Force India: Futuro appeso ad un filo

Alla Force India serve un salvataggio in extremis. Liberty Media sta provando a trovare l’unanimità di tutti i team per permettere alla scuderia anglo-indiana di correre regolarmente.

©pinterest.co.uk

Con l’acquisto della Force India da parte di Lawrence Stroll i guai per il team con base a Silverstone sembravano finiti. Ebbene non è così, a quanto pare Stroll ha potuto acquistare solamente i beni materiali e non la società, dichiarata in bancarotta. Questo era l’unico modo per concludere la vendita infatti, l’acquisto della società avrebbe trovato il veto delle banche indiane che avrebbero potuto chiedere cifre esorbitanti senza permettere la chiusura l’affare.

È proprio questo che mette in discussione la presenza del team anglo-indiano nella gara di Spa. In questo momento Lawrence Stroll possiede tutto ciò che era di Mallya e Mol, anche diritti per la distribuzione dei fondi FOM, tranne le quote societarie. Per correre andrebbe creata una nuova società e il team cambierebbe quindi denominazione perdendo i punti e i premi in denaro conquistati negli anni.

Eliminato qualsiasi riferimento alla Force India dal paddock di Spa – Foto: AMuS

Liberty Media e la FIA stanno provando a risolvere la situazione e hanno proposto alle 19 squadre un compromesso che verrà messo ai voti. Alla Force India verrebbero comunque cancellati tutti i punti conquistati fino ad ora, ma conserverebbe i premi in denaro. Situazione che sarebbe favorevole a Williams, Toro Rosso e Sauber che si vedrebbero dietro un team che fino all’Ungheria sembrava irraggiungibile. I team da convincere, oltre la Williams, sono però McLaren e Renault che precedentemente avevano bocciato una proposta simile.


Un’altra opzione per il team di Silverstone sarebbe quella di correre in Belgio e in Italia con la vecchia denominazione e successivamente cambiarla ma se le squadre non dovessero accettare la proposta di Liberty Media e la FIA per la Force India la situazione diventerebbe ancor più critica. Ricominciare totalmente da zero sarebbe troppo costoso per i nuovi capi.

foto: Esteban Ocon

Cambio di sedili in arrivo?

Se la proposta venisse accettata potremmo vedere uno scambio di sedili già del GP di Monza. Lance Stroll lascerebbe la Williams per accasarsi alla Force India affiancando Sergio Perez. Al posto del canadese potrebbe fare il suo ritorno in F1 il polacco Robert Kubica. Invece Esteban Ocon si accaserebbe in McLaren al fianco di Fernando Alonso. Il francese è uno dei candidati al secondo sedile del team inglese nel 2019 quindi questa opzione non è da escludere anche se tutto dipenderà dalla volontà o no di sostituire a metà campionato Stoffel Vandoorne. Il pilota di Évreux potrebbe però anche ereditare il sedile di Stroll essendo pilota Mercedes.

F1 | La Force India potrebbe non prendere parte al Gran Premio del Belgio

mm

Giada Di Somma

Appassionata di motori da sempre. Studio comunicazione a Roma e spero di poter rendere la mia passione un lavoro.