Ford Mustang Mach-E GT: un concentrato di energia

Portata anche all’IAA Mobility 2021 di Monaco, la nuova Ford Mustang Mach-E GT si lancia nel mercato automotive.

Ford Mustang Mach-E GT

Quale migliore vetrina dell’IAA Mobility di Monaco per presentare la nuova Ford Mustang Mach-E GT? Non poteva esserci un evento più adatto, dato che oramai anche il marchio sportivo della famiglia Ford ha virato in maniera importante sull’elettrico. E dopo averla vista dal vivo al festival della mobilità, ve la raccontiamo noi di F1ingenerale.com. Scopriamola assieme.

Ford Mustang Mach-E GT: le nostre impressioni

Dopo averla vista all’IAA Mobility di Monaco quest’anno, possiamo raccontarvi come ci è parsa l’auto in termini generali. La prima impressione che si ha è quella di un modello leggermente più basso e un po’ più lungo rispetto alla Mach-E “classica”. E anche i numeri dicono questo: 11 cm di altezza in meno, compensati dai 30 cm di lunghezza in più. Numeri da tenere in considerazione. Funzionale il doppio bagagliaio: se quello posteriore può non sembrare molto capiente, l’aggiunta del portabagagli anteriore aiuta a compensare. Distintiva l’apertura delle portiere, azionabile tramite un bottoncino presente sulle portiere stesse. Gli interni invece ci sono sembrati molto curati, specialmente la plancia centrale. Particolarmente grande è lo schermo centrale, che però può presentare qualche bug o rallentamento nel sistema. Un piccolo dettaglio stilistico: il giallo si adatta alla perfezione su questa automobile.


Leggi anche: IAA Mobility 2021: il salone dedicato ad auto e innovazione


 

Mach-E GT in generale

Come abbiamo detto, rispetto alla versione “originale” della nuova Mustang elettrica, cambiano alcune dimensioni. Ci sono anche però altre differenze, soprattutto a livello di motore: infatti, la GT riesce a sprigionare fino a 487 cavalli, contro i 290 della Mach-E. Presente sul modello GT anche la trazione integrale a doppio motore AWD, in opposizione alla trazione posteriore RWD. La ciliegina sulla torta sarebbe stata l’autonomia, campo dove la GT perde clamorosamente il confronto con la Mach-E classica: 500 km di autonomia contro i 610 della versione Extended Range. Un po’ tanti, forse, per i livelli dell’auto.

Tutto sommato però ci troviamo di fronte ad una buona vettura, di alto livello, pronta a soppiantare il termico in uno dei marchi più famosi nel mondo dell’automobile

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter