Formula 1, GP Bahrain: Magie di Vettel nel deserto

Seconda gara della stagione di Formula 1 al cardiopalma, con Vettel e Bottas che si sono giocati la vittoria sino all’ultima curva

Pazzia della Rossa, più o meno voluta

Sebastian Vettel ha vinto il gran premio del Bahrain, facendo una sola sosta e terminando la gara con le gomme soft ultra usurate. La strategia era quella delle tre soste, ma a seguito dell’incidente del meccanico, la pit lane era fuori uso per gli uomini Ferrari. Il pilota tedesco, però, all’ultimo giro ha tenuto botta al finlandese della Mercedes, prendendosi così la vittoria. Vettel ha dimostrato di iniziare ad avere grande fiducia sulla sua SF71H ed i risultati lo dimostrano.

Foto Ferrari
Pronti via.. Red Bull out

Nella gara della conferma la Red Bull si è auto eliminata. Ricciardo dopo un’ottima partenza, è stato costretto al ritiro a seguito di un problema elettrico. Verstappen, che partiva quindicesimo, aveva recuperato diverse posizioni. L’olandese, però, durante il sorpasso su Hamilton, ha forato la posteriore destra con l’ala anteriore dell’inglese. Il team austriaco ha cercato di riportare in pista Max, am si è dovuta arrendere.

Hamilton e la Mercedes rimasta stupita dalla Rossa

L’inglese era fermamente convinto che Vettel si sarebbe fermato (lo pensavano la maggior parte delle persone), quindi pensava quantomeno di fare uno-due con Bottas. L’inglese ha fatto sì una grande gara, ma si è visto anonimo. Toto Wolff, però, potrà chiamare Bottas poiché non è stato incisivo sul ferrarista per ottenere la vittoria.

Kimi Raikkonen out

Si sa, quando il livello è alto l’errore è sempre dietro l’angolo. Oggi l’errore è stato commesso dalla Ferrari durante il pit stop del finlandese. A Raikkonen era stato detto di andare, ma la posteriore destra non era stata ancora fissata. Andando via dalla piazzola, però, Kimi ha colpito un meccanico. Ritiro per il finlandese e il meccanico è stato portato in ospedale (sospetta frattura della tibia e perone).

Il weekend perfetto di Gasly

Dopo la magia di Vettel dobbiamo sottolineare l’egregia prestazione del talentino francese della Toro Rosso. Gasly è arrivato in quarta posizione, facendo una gara perfetta, sfruttando tutte le possibilità concesse. Durante il team radio di fine gara, però, il francese ha lanciato una stoccatina ad Alonso dicendo: “Now we can fight!”.


Nicoletta Floris

***NON COLLABORA PIÙ CON F1inGenerale*** Studentessa di economia appassionata al mondo del motorsport (specialmente Formula 1 e MotoGP). Blogger della pagina Instagram (laragazzadelmotorsport).