Formula 1 – Daniel Ricciardo: tra il precontratto Ferrari e la deadline Red Bull

I rumors su un possibile passaggio del pilota da Red Bull a Ferrari aumentano sempre di più, e non senza fondamenti: l’australiano, è ormai quasi sicuro, avrebbe firmato un precontratto con la scuderia di Maranello. Ricciardo Ferrari

Daniel Ricciardo Ferrari 2019

Christian Horner, il team principal di casa Red Bull, ha infatti confermato che la firma di un precontratto da parte di Ricciardo c’è stata, e ha specificato che la scuderia presa in considerazione non è né la Mercedes, né la “mamma” Red Bull. Logicamente, dunque, il pilota dovrebbe aver preso accordi con la scuderia italiana, che si sarebbe riservata il diritto di poter trattare con l’australiano fino al 30 giugno senza impegni che vadano oltre le negoziazioni non ufficiali sul presunto precontratto.

Mark Hughes, analista di Sky Sport F1, afferma su Motorsport;Magazine: “ci sono diversi tipi di opzioni contrattuali, e questa in particolare ha una data di scadenza definita, il 30 giugno. Fino a quel momento, nessuna delle due parti può negoziare in forma ufficiale con l’altra. Siccome il pilota si ritiene fuori mercato durante questo lasso di tempo, le negoziazioni sui suoi servizi oltre il 2018 appartengono contrattualmente alla Ferrari”.

Christian Horner, dal canto suo, si mostra rilassato riguardo l’intera faccenda: “abbiamo delle valide opzioni. Ovviamente la nostra priorità è continuare a lavorare con Daniel, ma se non funziona avremmo altri piloti a cui rivolgerci”. L’opzione più ovvia di cui parla Horner è certamente Carlos Sainz, pilota Red Bull in prestito presso la francese Renault.

Carlos Sainz e Daniel Ricciardo – Foto: Red Bull Content Pool

Oltre a passare al vaglio tutte le opzioni per occupare il possibile sedile vacante nel 2019, però,;la scuderia austriaca avrebbe dato tempo a Ricciardo fino al mese di agosto per estendere il contratto con loro; se non dovesse farlo, in Red Bull comincerebbero sul serio a guardarsi intorno per trovare un valido sostituto. È lo stesso Horner ad affermare di non essere “disposto ad aspettare per sempre”.

Secondo le indiscrezioni più recenti, il presunto contratto di Ricciardo con la scuderia di Maranello non si estenderebbe oltre il 2020: il pilota, infatti, ha affermato di voler prima capire quale direzione prenderà la Formula Uno (con le nuove regole sui motori che verranno introdotte proprio nel 2020) prima di prendere impegni a lungo termine. “Non voglio firmare un contratto così esteso e magari perdere la voglia di fare questo lavoro”, ha confessato l’australiano al Times riguardo i cambiamenti che verranno apportati a questo sport.


mm

Martina Andreetta

Studentessa di lingue e comunicazione con una grande passione per il motorsport. Un giorno sogno di far parte di questo mondo.