Formula 1 | GP Imola – Gasly brilla in qualifica: “Se potrò passare Leclerc lo farò. Il sistema dei track limits non lo sopporto”

Pierre Gasly porta l’Alpha Tauri in terza fila per il GP di Imola. Il francese conferma ancora la sua velocità in qualifica.

GP Imola - Alpha Tauri - Pierre Gasly
Foto: Scuderia Alpha Tauri Twitter

Gasly è stato autore di una grande qualifica nel sabato del GP di Imola. Il pilota del team Alpha Tauri è riuscito a portare la sua AT02 in terza fila, 5° posizione. Il giro del francese è stato solo 5 decimi più lento di quello di Charles Leclerc, 4°. Gasly era già stato protagonista di una grande qualifica lo scorso anno ma la gara non era andata come il francese sperava. Dopo solo 10 giri è stato costretto infatti al ritiro a causa di un problema. L’alfiere Alpha Tauri ha quindi come obiettivo quello di completare una grande gara e poter conquistare una buona quantità di punti.

Pierre Gasly, nell’intervista post qualifica, non si è risparmiato su quanto riguarda la questione track limits. Le polemiche sull’argomento, tanto discusso ne paddock, non sembrano quindi placarsi. Il giovane talento francese ha sottolineato come non ci sia chiarezza, i limiti possono cambiare tra sessione e sessione e tra curva e curva. Questa è stata infatti l’accusa più grande mossa alla FIA e alla F1 già in Bahrain. Russell aveva spiegato come servisse una regola chiara e oggi il concetto è stato ribadito da Gasly.

Pierre Gasly:

“Sono molto contento, Imola è un GP importante per la nostra squadra. Oggi è andata molto bene, penso di aver fatto un giro bellissimo in Q3. Alla fine sono contentissimo di essere 5°. Sicuramente ho più responsabilità in questa stagione. Sono pronto per questo e sono entusiasta. Voglio lottare davanti e con i migliori piloti. Quest’anno il team ha fatto un lavoro fantastico costruendo una macchina molto veloce. Siamo a soli 3 o 4 decimi da Mercedes e Red Bull e possiamo essere molto felici di questo. Dobbiamo continuare a spingere però perché anche chi sta dietro si sta avvicinando. Dobbiamo fare grandi punti quando siamo in condizione. Anche lo scorso anno qui abbiamo fatto una buona qualifica, 4° posto. Dopo 10 giri ci siamo ritirati ma quest’anno speriamo possa andare meglio. Possiamo fare una bella gara, anche con le Ferrari. Vediamo domani dove possiamo finire. Dobbiamo guardare sempre davanti, in Bahrain è stato un mio errore con Ricciardo. Non ho preso abbastanza margine. Succede nelle gare, ovviamente ero molto arrabbiato con me stesso. Domani spingeremo al massimo e se potrò passare Leclerc lo farò. La posizione in pista è molto importante. Si parte con le stesse gomme, le stesse strategie e cercherò di fare un lavoro migliore del loro. Non sopporto il sistema dei track limits, mi hanno cancellato due giri. Alla fine è lo stesso per tutti, non mi voglio lamentare, ma sarebbe meglio fare sempre la stessa cosa. Davanti alla TV molti non capiranno nulla, una curva ha un limite un’altra ne ha uno diverso o puoi fare quello che vuoi.”

mm

Giada Di Somma

Appassionata di motori da sempre. Studio comunicazione a Roma e spero di poter rendere la mia passione un lavoro.