Formula 1: Pierre Wache nominato direttore tecnico Red Bull

Red Bull si è appena lasciata alle spalle 12 anni di storia. Adrian Newey, direttore tecnico della Scuderia dal 2006, non ricopre più il suo ruolo! La staffetta passa a Pierre Wache.

La scelta di assegnare il ruolo di direttore tecnico Pierre Wache è una mossa che rivoluziona la Red Bull Racing Formula One Team, dopo ormai 12 anni di storia con Newey. Quest’ultimo è considerato uno dei migliori progettisti della F1 e genio dell’aerodinamica! Uomo capace di vincere tre titoli mondiale con tre diverse scuderie: Williams, McLaren e RedBull. Adrian Newey resterà CTO (Chief Technical Officer) della scuderia e si dedicherà maggiormente al progetto Valkyrie.

Pierre Wache - DT Red Bull
Adrian Newey, ex direttore tecnico Red Bull Racing all’interno della RB5.

Il nuovo direttore tecnico, l’ingegnere francese Pierre Wache, è stato finora responsabile degli ingegneri delle performance. La sua promozione al nuovo ruolo è stata subito commentata da Christian Horner che da dichiarato a Motorsport.com:

Fa parte della nostra evoluzione. Adrian rimane CTO, Pierre assume un ruolo centrale come quello di direttore tecnico, mentre Rob Marshall rimane il chief engineering.

Volendo fare un po’ di cronistoria su Pierre Wache, possiamo dirvi che possiede un dottorato in meccanica dei fluidi e che il suo primo lavoro nell’ambito delle corse automobilistiche l’ha ottenuto in Michelin, dove è diventato un esperto degli pneumatici e della meccanica in senso lato. Nel 2006 è entrato a far parte della squadra corse Sauber, per poi trasferirsi in Red Bull. Appena è arrivata la notizia, non si sono fatte attendere le prime dichiarazioni del nuovo di Wache al giornale francese L’ÉQUIPE:

Capisco cosa rappresenta questa posizione. E il rischio che ne deriva. Non dirò che mi spaventa. Ma conosco i risultati che mi vengono richiesti. E vorrei dimostrare di essere in grado di raggiungerli.

Non cambierò tutto, ma lavorerò necessariamente in modo diverso. Adrian ha lavorato più sul lato aerodinamico delle cose, io sono più concentrato sul cercare di scaricare a terra la potenza.

La sfida che attende Pierre Wache è davvero immensa, non possiamo che augurargli il nostro in bocca al lupo!




Angelo Falcone

Studente di Ingegneria Gestionale da sempre affascinato dal progresso e dalla tecnologia. Passione per la F1, il marketing, la psicologia finanziaria ed il giornalismo. Autore presso F1 in Generale | Autore presso Italiamac | Caporedattore, Redattore e Web Developer presso Close-up Engineering. Stay Hungry Stay Foolish