Formula E | Ad Diriyah, vince Da Costa tra tanti colpi scena

Da Costa vince l’e-prix di Arabia Saudita davanti a Vergne e D’Ambrosio, al termine di una delle gare più rocambolesche nella storia della Formula E.

Foto: Automoto

Dopo la pioggia del mattino la pista è asciutta, ma umida in alcuni tratti. La griglia di partenza è sconvolta dalle penalità assegnate ad alcuni piloti per aver superato il limite di potenza di 250 kw in qualifica.
Da Costa parte in pole position, seguito da Lopez, Buemi, Vandoorne e Vergne. Massa parte 12°, mentre Di Grassi è 18° ed è il primo tra i piloti penalizzati.

La prima metà di gara

Al via Da Costa conserva la prima posizione, mentre Buemi scavalca Lopez e Vergne sale al 4° posto.
Al primo giro Mortara va lungo in frenata, impattando contro le barriere e danneggiando l’ala. E’ costretto dunque a rientrare ai box per sostituirla, rientrando ultimo e doppiato.

Dopo 5 minuti si delineano alcuni gruppetti: i primi 4 sono nello spazio di 2 secondi mentre sono più staccati i piloti dal 5° all’11° posto racchiusi in 6 secondi .
Vergne inizia ad attaccare Lopez e lo passa seguito subito da Lotterer, che nel mentre si era riavvicinato al gruppo di testa. Lopez prova a riattaccare senza successo Lotterer e questo permette a Vergne di allontanarsi e a D’Ambrosio di avvicinarsi a sua volta.

Pochi minuti dopo Vergne agguanta anche Buemi e lo sorpassa all’esterno al termine del rettilineo di partenza. Il francese viene passato in seguito anche da Lotterer e viene raggiunto da Lopez e D’Ambrosio.
Vergne è scatenato e in breve tempo raggiunge il leader Da Costa e lo sopravanza sempre all’esterno. Da Costa prova a reagire, ma allo stesso tempo deve guardarsi anche da Lotterer.

Nel mentre continua la lotta per la quarta posizione. Sebastien Buemi resiste per due volte agli attacchi di Lopez, ma al terzo tentativo il pilota della Dragon riesce a completare il sorpasso. Durante la manovra Buemi perde anche la posizione su D’Ambrosio e inizia a accumulare ritardo.

Poco oltre la metà gara arriva il primo colpo di scena. Diversi piloti vengono penalizzati con un drive through per motivi ancora ignoti anche ad alcuni piloti stessi. Tra i penalizzati vi è anche il duo di testa, ossia Vergne e Lotterer, che poco prima della penalità aveva scavalcato Da Costa, ma anche Sims e Massa. Un peccato per il brasiliano, che aveva rimontato fino all’ottava posizione a suon di sorpassi.

Dopo le penalità la nuova classifica vede nuovamente Da Costa al comando seguito da Lopez, D’Ambrosio, Buemi, Vergne, Evans e Lotterer.

Foto: ABB Formula E

La Safety Car

Dopo alcune fasi di gara molto concitate e caotiche tra attack mode e drive through accade il secondo colpo di scena. Il secondo in graduatoria Lopez danneggia la sospensione posteriore urtando violentemente un cordolo. Il pilota della Dragon è costretto a fermare la sua vettura in mezzo alla pista, causando l’ingresso della Safety Car che ricompatta il gruppo a meno di dieci minuti dalla fine.

La gara ricomincia quando mancano poco più di 4 minuti. Quasi tutti i piloti attivano il proprio secondo attack mode. Vergne si sbarazza quasi subito di D’Ambrosio e passa al 2° posto, staccato di 2,2 secondi dal leader Da Costa. Il francese prova a ricucire il distacco nei due giri rimanenti e prova a sopravanzare la BMW fino all’ultima curva, arrivando anche al bloccaggio. Ma è Da Costa a spuntarla e a portare la BMW alla vittoria al suo esordio nella categoria, chiudendo davanti a Vergne e D’Ambrosio. Nelle retrovie la classifica è incerta fino alla fine a causa dei tanti sorpassi. Evans conclude al 4° posto, precedendo Evans e Buemi.

Le due Audi chiudono in ottava e nona posizione, rispettivamente con Abt e Di Grassi.
Massa e Vandoorne terminano la loro prima gara nella categoria al 14° e 17° posto. Una buona prestazione per i due ex Formula 1, ma i drive through hanno penalizzato la loro gara.
Paffett e Rosenqvist invece si sono ritirati per problemi tecnici.

Il prossimo e-prix sarà il 12 Gennaio a Marrakesh.


Formula E | E-Prix di Ad Diriyah: la fiera delle penalità

Formula E | Ad Diriyah, vince Da Costa tra tanti colpi scena
Lascia un voto
mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Lavoro nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.