Formula E | Berlino E-Prix – Nyck De Vries è campione del mondo: “Stagione molto complicata, felice per la vittoria del titolo”

Il secondo E-Prix di Berlino consacra Nyck De Vries come primo campione del mondo di Formula E. Nella conferenza post gara, il pilota della Mercedes ha raccontato le sue sensazioni, rivelandosi dispiaciuto per il fatto che Mortara e Evans non abbiano potuto completare la gara e lottare per il titolo piloti.

Berlino E-prix de vries
Credits: Motorsportweek

In occasione del secondo E-Prix di Berlino, Nyck De Vries si è laureato campione del mondo di Formula E, permettendo a Mercedes, con l’aiuto di Stoffel Vandoorne, di vincere anche il titolo costruttori.

“Prima di tutto mi ritengo fortunato per essere riuscito a finire la gara, mi dispiace molto per Mitch Evans e Edoardo Mortara e per il fatto che non abbiano potuto lottare per il titolo. Subito dopo la gara ero un po’ triste perché penso avessimo il potenziale per finire in una posizione migliore. Non ho ancora realizzato che sono campione, ma sono molto felice. Abbiamo fatto una bella gara tutto sommato, abbiamo lottato con tutte le nostre forze per vincere il titolo. Non è stata una stagione facile, abbiamo avuto tanti alti e bassi e sono felice per come si è conclusa.”


Leggi anche: Formula E | Berlino E-Prix – Vince Nato, De Vries e Mercedes campioni del mondo


Nyck ha poi raccontato le sensazioni provate durante la gara, ribadendo che inizialmente non era soddisfatto del risultato ottenuto.

“In gara ero concentrato sulla gara e basta, non ho pensato alla lotta per il titolo. Dopo la bandiera ero triste per il risultato, poi hanno iniziato ad abbracciarmi tutti per la vittoria del titolo e mi sono sentito meglio. Incredibile pensare quanta strada abbia fatto negli ultimi 10 anni: da campione di karting a campione del mondo di FE.”

Seguici nel nostro nuovo canale Telegram interamente dedicato alla Formula E per non perderti nessuna news del campionato 100% elettrico!

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.