Formula E | Di Grassi: “Audi ha perso il suo vantaggio”. Sims: “Il format della gara andrà rivisto.”

Dalle informazioni rilasciate dai due piloti Audi e BWM a motorsport.com ed e-racing365 emerge un primo equilibrio tra le forze in campo che hanno ancora tanto da lavorare in vista del primo ePrix che si svolgerà tra 48 giorni. Audi Formula E

È l’ex campione 2016-2017, Lucas Di Grassi, a parlare per primo della situazione della sua Audi. La squadra campione in carica tra i costruttori, affermatasi soprattutto nella seconda metà della scorsa stagione, quest’anno pare non avere più superiorità: “Siamo tra le tre o quattro squadre più competitive, questo lo sento. La vettura è affidabile e secondo me siamo pronti. Ma non abbiamo più alcun margine. Tutti hanno fatto enormi passi avanti con la Gen2. Il circuito di Valencia non è nulla di paragonabile ai tracciati che affronteremo, ma di solito i test autunnali sono sempre indicativi. Bisogna anche considerare che a Riyadh avremo un asfalto molto particolare, con temperature di 45°C.”

Audi Formula E

In senso opposto vanno le dichiarazioni dell’esordiente Alexander Sims, alfiere BMW già in altre categorie nelle passate stagioni. “La simulazione di Valencia non è per nulla indicativa della competitività. Molte vetture hanno dovuto affrontare diverse questioni.”

Il pilota britannico è reduce da un’ottima prestazione ai test di Valencia, dove è stato costantemente tra i più veloci.

L’incidente di Abt [nella simulazione di gara] ha causato l’intervento delle bandiere rosse. Per questo, dopo alcuni giri intensi c’è stato uno stacco. Questo ha comportato che alla ripartenza, 30-45 minuti dopo, la temperatura della batteria era molto più alta del dovuto. Quindi, ad esempio, nell’ultimo giro avevo ancora molto da spremere dalla batteria, ma è entrato in azione il limitatore a causa del surriscaldamento, e questo è il motivo per cui Lucas [Di Grassi] mi ha superato. Sono sicuro che molti altri hanno avuto problemi simili.

Credo che queste non siano condizioni che realisticamente troveremo nelle gare. I primi tre quarti della simulazione sono stati buoni, poi è diventato difficile.

Hyperboost ancora da mettere a punto per team e organizzatori

Sims ha parlato anche del nuovo “attack mode”, come pare essere definito dai tecnici, o “hyperboost” com’era già stato battezzato dalla stampa. Questa modalità speciale, ricordiamo, fornisce 25 kW di potenza extra per una durata limitata a pochi minuti. Questa mappatura sarà attivabile per sole due volte nell’arco dell’ePrix passando con la vettura in una determinata zona della pista fuori dalla traiettoria abituale.

Dobbiamo ancora un po’ indagare sui vari scenari e sulle varie strategie per impiegare questa modalità, in modo tale che non ci penalizzi.

Una questione è il suo utilizzo in relazione alla safety car o il Full Course Yellow [che quest’anno sarà implementato]. Se lo si attiva durante queste situazioni, potrebbe rivelarsi un grande vantaggio nel momento in cui ci si sarà ricompattati e si riprenderà la gara, ma se la corsa finisce sotto Safety Car allora sarai andato fuori traiettoria, [magari] avrai perso posizioni, e non potrai recuperarle, né usare la potenza in più. Davvero non saprei.

Credo che anche gli organizzatori stiano studiando per impiegarlo al meglio, così come noi stiamo studiando come utilizzarlo.

Messa a punto ancora in corso, dunque, non solo per i team ma anche per Agag e la Commissione della F. E per comporre al meglio l’alchimia della “formula” che tra 48 giorni sarà presenterà agli occhi del mondo. Noi saremo qui a raccontarvela e, nel mentre, vi introdurremo alla Season 5 con una Guida dettagliata. Seguiteci!

Foto: IG @fiaformulae; @lucasdigrassi; @alexandersims

Dove sta andando la Formula E? Ultime modifiche al regolamento, novità che guardano lontano

Formula E | Di Grassi: “Audi ha perso il suo vantaggio”. Sims: “Il format della gara andrà rivisto.”
Lascia un voto

Walter B.

Studente al quinto anno di Giurisprudenza comparata europea e transnazionale, attualmente in Francia. Tra mille cose sono appassionato di Formula 1, tifoso Ferrari e blogger di Formula E. Mi trovate anche su Instagram: @formulae.gene