Formula E | Diriyah E-Prix – Delusione Nissan: “Non sono i risultati che volevamo”

Nissan e.dams lascia Diriyah con l’amaro in bocca visto il buon passo della propria vettura che però non ha concesso al team di raggiungere i propri obiettivi.

Nissan Diriyah
Foto: Nissan e.dams

Nonostante le aspettative e l’ottimismo della vigilia, il team Nissan non ha raccolto i punti sperati, con il solo Rowland a chiudere le due gare nei primi dieci. Nissan Diriyah

In gara 1, Rowland si è qualificato decimo con il miglior tempo nel suo gruppo, mentre Buemi non è andato oltre il 17° tempo. Nel corso dell’E-Prix entrambi hanno recuperato diverse posizioni, con il britannico che ha tagliato il traguardo sesto e lo svizzero tredicesimo.

Nel secondo round, Rowland è stato ancora una volta il più veloce nel suo gruppo ma è partito dalla tredicesima casella. L’ex pilota GP2 è comunque riuscito a risalire fino al settimo posto. Buemi invece partiva ottavo e mentre era settimo ha colpito il muro: i danni alla vettura lo hanno costretto al ritiro.

Il direttore di Nissan Motorsport Tommaso Volpe analizza il primo weekend stagionale: “Questi non erano esattamente i risultati che volevamo, o che riteniamo avremmo potuto ottenere. Sia Oliver che Seb hanno mostrato un buon ritmo di gara, ma siamo stati sfortunati con il ritiro di Seb e l’interruzione della gara per Oliver. Tuttavia, uno dei nostri obiettivi chiave in Formula E è mostrare a un pubblico globale quanto possono essere veloci ed emozionanti le auto completamente elettriche, e queste gare sotto le luci di Diriyah hanno fatto proprio questo”.

Certamente positiva la prestazione di Rowland, soddisfatto della sua performance: “Due gare positive per noi qui a Diriyah, peccato che ci sia stata la bandiera rossa in gara 2 perché penso che avessimo il potenziale per recuperare qualche posizione verso la fine. Tutto sommato, penso che la squadra abbia fatto un ottimo lavoro, segnando 14 punti. Venendo dal primo gruppo di qualifiche dove la pista è più sporca, è un buon lavoro. Sentivo come avessimo il potenziale per vincere gare qui, ma sappiamo cosa dobbiamo fare per Roma, quindi lavoreremo sodo per i risultati che meritiamo”.

Non nasconde la delusione Sebastien Buemi: “Molto deluso dal secondo round. Era una buona opportunità per segnare buoni punti in P7, ma sfortunatamente non l’ho fatto. Ho commesso un errore, ho colpito il muro e ho dovuto ritirarmi. Nel complesso, abbiamo avuto un buon ritmo ed efficienza in entrambe le gare, quindi avremmo potuto segnare più punti. Dobbiamo prendere gli aspetti positivi dal fine settimana. Ci riorganizzeremo e ci concentreremo per Roma”.

Con i 14 punti raccolti, la Nissan è ottava in classifica costruttori a 26 punti dalla Jaguar in vetta. Rowland invece è settimo in classifica piloti a 18 lunghezze da De Vries primo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Seguici nel nostro nuovo canale Telegram interamente dedicato alla Formula E per non perderti nessuna news del campionato 100% elettrico!

Formula E | Come si è ribaltato Lynn? La dinamica e il video dell’incidente

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.