Formula E | Diriyah E-Prix – Techeetah in difficoltà in Arabia Saudita

Le prestazioni delle Techeetah in Arabia Saudita sono state sotto le aspettative. Venerdì, Vergne ha sofferto un problema meccanico in gara mentre Da Costa ha avuto un problema al brake-by-wire in qualifica. Sabato, Vergne ha chiuso ottavo nonostante la partenza da fondo griglia per la sostituzione delle batterie, decimo Da Costa dopo un drive through.

Diriyah E-Prix Techeetah
Foto: DS Techeetah

Gara 1: inizio disastroso! Diriyah E-Prix Techeetah

Il weekend della Techeetah inizia bene con buone prestazioni durante le prove libere, ma dalla qualifica comincia la salita. Diriyah E-Prix Techeetah

Vergne è il più veloce nel suo gruppo di qualificazione – il primo – ma la pista migliora e scende quindi in P11. Da Costa ha invece un problema al brake-by-wire che lo costringe a partire in P21.

Mentre comincia la rimonta di entrambi i piloti, Vergne è costretto al ritiro a causa di un problema meccanico. Il compagno di squadra non va oltre la quattordicesima posizione.

Gara 2: un drive through nega il podio a Da Costa Diriyah E-Prix Techeetah

Anche al sabato la Techeetah soffre dal mattino: Vergne va a sbattere in prova. Il francese è quindi costretto a partire ultimo e a scontare uno stop&go di dieci secondi in gara. L’ex pilota Virgin ha comunque recuperato nella seconda metà di gara ed ha chiuso in ottava posizione dopo le varie penalità.

Da Costa invece ha avuto un’ottima qualifica ed un ottimo inizio di gara. La direzione gara però gli ha inflitto un drive through per aver tamponato Sébastien Buemi mentre erno in lotta per la seconda posizione. Il portoghese è comunque risalito fino al decimo posto dopo le penalità.

Le parole dei piloti

Jean-Eric Vergne è parso molto deluso dal primo appuntamento stagionale: “Ho fatto il giro veloce nel mio gruppo venerdì ma dato che la pista era sporca ed io ero nel primo gruppo, ho iniziato la gara dalla P11. Da lì ho fatto dei bei progressi ma ho sofferto di un guasto meccanico e ho dovuto ritirare la macchina perché non era più sicuro guidare. È un peccato ma così sono le corse. Sabato, la gara è stata estremamente difficile, visto che ho avuto un’enorme penalità che mi ha imposto di partire in fondo alla griglia e un’ulteriore sosta di 10 secondi. Grazie alla safety car, sono riuscito a unirmi al gruppo e raggiungere l’undicesimo posto alla fine. È stato molto divertente sorpassare e mi sono divertito, ma non era così che volevo andasse il mio weekend”. 

Problema ai freni in qualifica di gara 1 per Da Costa che ha condizionato la prima gara: Venerdì mentre stavamo andando in qualifica ho perso il brake-by-wire, quindi non avevo nessun aiuto in frenata e quindi mi sono qualificato molto dietro e la gara è stata condizionataSulla penalità per il contatto con Buemi ha detto: “Dal mio punto di vista, non potevo far nulla in quel caso. Buemi rallenta molto all’apice della curva per prendere l’attack mode e io non potevo prevedere in alcun modo la situazione. Un contatto minimo che l’ha fatto girare”.

DS Techeetah lascia quindi l’Arabia Saudita con soli 7 punti, 3 per Da Costa e 4 per Vergne.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

Formula E | Diriyah E-Prix: Classifica piloti e team

Emanuele Zullo

Sono un ragazzo di 14 anni e la mia passione per lo sport è immensa. Spero di coronare il mio sogno, diventare un giornalista sportivo.