Formula E | ePrix Berna, BMW vuole concludere la stagione europea in alto.

Il team BMW è pronto ad affrontare la nuova sfida dell’ePrix di Berna. Obbiettivo concludere al meglio la “stagione europea” per poter arrivare al gran finale della Formula E ancora in lotta.

António Félix Da Costa - BMW
Foto: BMW i Andretti Motorsport

La BMW non ha affrontato la parte europea del calendario di Formula E come da aspettativa ottenendo come miglior risultato il 4° posto di Da Costa a Berlino. L’obbiettivo del team è quello di invertire la rotta in questa terzultima tappa del campionato per trovarsi ancora in lotta nelle ultime due di New York.
Il team tedesco si trova ancora in lotta per la terza posizione nel campionato costruttori, occupata dal team Virgin, distante però 31 punti. Distacco non proibitivo ma che necessita di prestazioni costanti per essere ridotto. Il primo attacco potrebbe arrivare già qui a Berna, pista nuova nel calendario che premierà chi riuscirà ad adattarsi più velocemente.

Anche nel campionato piloti il risultato non è ancora scritto, Jean-Éric Vergne guida la classifica con 102 punti ma Da Costa, quarto con 82 punti, può ancora sperare nel recupero. In un campionato come quello di Formula E tutto può succedere. Situazione diversa per il rookie Alexander Sims che si trova 16° a quota 24 punti, il britannico non è comunque molto distante dalla 14° posizione di Massa che lo precede di soli 8 punti. Più proibitivo quello con Mortara e Wehrlein, 12° e 13° a pari punti, che ammonta a 28 lunghezze.

Le parole del team

António Félix Da Costa (#28 BMW iFE.18):

“Berna è l’ultima gara prima del gran finale di stagione a New York. Guardando al campionato, è particolarmente importante registrare un buon risultato e speriamo di essere coinvolti nella battaglia per la vittoria. Il circuito sembra molto emozionante, ma avremo un vero feeling solo quando saremo lì, visto che nessuno di noi ha mai guidato a Berna. La Svizzera è stata una grande padrona di casa lo scorso anno, quindi non vedo l’ora di partecipare alla gara”.

Alexander Sims (#27 BMW iFE.18):

“È bello venire a Berna con un risultato nella top 10 a Berlino al mio fianco. Il circuito sarà nuovo per tutti, quindi partiamo tutti nelle stesse condizioni. L’obiettivo deve essere quello di abituarsi nel più breve tempo possibile e di avere una curva di apprendimento ripida. A prima vista, la pista è molto stretta e ricca di salite e discese. È molto diverso dal circuito di Berlino. Sono entusiasta della sfida, perché la Formula E offre nuove sorprese di gara in gara”.

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

Roger Griffiths (Team Principal BMW i Andretti Motorsport Formula E):

“Berna come sede di gara è un terreno inesplorato per ogni team di Formula E. In primo luogo, questo ci pone sfide organizzative e logistiche, perché dobbiamo confrontarci con un nuovo ambiente. Dal punto di vista agonistico abbiamo alcuni dati di simulazione, ma saremo davvero in grado di capire cosa c’è in serbo solo quando arriveremo lì. Questa è una buona notizia per Alexander Sims, dato che come debuttante di Formula E questa volta inizierà il weekend di gara esattamente sulle stesse basi dei suoi rivali esperti. Speriamo che la pista sia adatta a noi e che riusciremo a concludere la stagione europea in alto”.

Seguici su Instagram!

Formula E | E-prix Berna, Envision Virgin Racing pronta al riscatto

mm

Giada Di Somma

Ragazza appassionata di motorsport fin da bambina. Autrice su F1 in Generale e blogger su Instagram (_sv_05_).