Formula E | E-Prix di Roma: la DS Techeetah si prende la vetta

La DS Techeetah si è probabilmente rivelata essere la squadra con la miglior costanza di risultati fino ad oggi. Nonostante ciò non sono mancati i problemi agli uomini in nero e oro.

 

André Lotterer, DS Techeetah & Stoffel Vandoorne, HWA Racelab ©️ DS Techeetah

 

La DS Techeetah lascia Roma in testa al campionato grazie ai 3 punti della Super Pole e poi ai 18 del secondo posto in gara, entrambi ottenuti da André Lotterer. Il tutto dopo aver combattuto intensamente contro la Jaguar di Mitch Evans per la vittoria. Ciò permetterà loro di arrivare con una spinta in più all’E-Prix di casa della DS, quello di Parigi, il prossimo 27 aprile. Queste le parole del secondo classificato:

“Sensazioni contrastanti oggi. Ho conquistato la mia prima pole di sempre e ho ottenuto buoni punti, ma volevo tanto vincere e avevo la macchina per poterlo fare. Dobbiamo capire cosa è successo perché ho iniziato a soffrire un po’ con le gomme verso metà gara e non ho più potuto tenere Mitch dietro. Alla fine è stata una lotta pulita ed è bello vedere che abbiamo saputo gestire l’energia oggi. Siamo in una buona posizione, per cui spero di poter ottenere presto la mia prima vittoria. Adesso ne sono più voglioso che mai e penso che la seconda parte di stagione sarà bella.”

 

Anche il Team Principal Mark Preston non vede l’ora di arrivare alle prossime gare:

“André ha guidato in maniera stellare oggi. Abbiamo una macchina incredibile, per cui il resto della stagione sarà senz’altro ottimo. In questa stagione abbiamo avuto sette vincitori di sette scuderie diverse in sette gare diverse. Se questo non dimostra l’incredibile competitività di questo campionato non so cos’altro possa farlo. È un campionato incredibile.”

 

Jean-Éric Vergne, DS Techeetah, ©️ DS Techeetah

 

Sabato più opaco invece, per il campione in carica Jean-Éric Vergne. Problema a una sospensione in qualifica (nella quale si è piazzato sedicesimo) e poi gara in rimonta fino al settimo posto. Ha ricevuto però una penalità per aver compiuto un sorpasso in regime di Full-Course Yellow che lo ha rimandato giù al quattordicesimo posto:

“Sarei dovuto essere in testa al campionato dopo la gara di oggi, ma mancano ancora molte gare e abbiamo ottenuto un ottimo risultato con André secondo e punti importanti per la squadra. Niente male in fin dei conti, ma abbiamo bisogno di mettere due macchine sul podio a Parigi. Questo sarebbe grandioso!”