Formula E | ePrix Marrakesh – Vergne fa autocritica: “Sono stato un idiota!”

Jean-Eric Vergne fa mea culpa per la mancata vittoria di Marrakesh. Un successo sfuggitogli a causa di un tentativo di sorpasso azzardato alla prima curva su Sam Bird, che gli è costato un testacoda.

Formula E Vergne Marrakesh intervista
Foto: autosport.com

“Sono stato un idiota!”. Esordisce così Jean-Eric Vergne, intervistato dalla rivista inglese Autosport dopo l’ePrix di Marrakesh. Il francese ha buttato via una possibile vittoria con un tentativo di sorpasso azzardato su Sam Bird alla prima curva.





“Provo sempre ad entrare nel varco, come ho fatto l’anno scorso con Seb (Buemi nella seconda gara di New York), ma ho intuito che le vettura quest’anno è un po’ diversa. Non ho fermato la vettura e ovviamente non volevo colpire Sam. Non volevo rovinare né la sua gara né la mia ed avere una penalità nella prossima gara. Così sono andato completamente all’interno e ovviamente sono andato in testacoda perché non c’era altra soluzione. O andavo in testacoda o ci ritiravamo entrambi. Così ho scelto la prima opzione. Non era necessario perché avevamo chiaramente il passo per vincere oggi”.

A causa dell’errore alla prima curva, JEV è finito in fondo al gruppo con un distacco di oltre 15 secondi dalle BMW. Il campione in carica ha così dato inizio ad una rimonta spettacolare che lo ha portato in quinta posizione a meno 5 secondi dalle vetture di Monaco di Baviera, fino all’ingresso della Safety Car. E tutto nonostante avesse dovuto effettuare diversi sorpassi.

Foto: twitter.com/dstecheetah

“Guadagnavo sulle BMW nonostante avessi dovuto sorpassare 15 vetture ed avevo la stessa quantità di energia. Questo dimostra che il mio passo oggi era davvero forte. Non avevo bisogno di essere primo alla prima curva per vincere la gara. E’ stato un errore che non voglio capiti di nuovo. E’ stata una battaglia serrata con tutti. Nessuno mi ha lasciato passare, ho dovuto combattere per farlo, frenare forte, prendere molti rischi. E’ stato bello lottare”.

Un inizio di stagione già pieno di rimpianti per JEV. L’ex Toro Rosso nelle prime due gare avrebbe potuto tranquillamente fare bottino pieno, poichè è stato il pilota con il passo più veloce in entrambe le occasioni. La sua DS E-Tense FE 19 ha inoltre dimostrato di essere la vettura migliore in configurazione gara. Ma dopo due appuntamenti alla voce vittorie persiste ancora lo zero e i punti lasciati per strada sono già diversi.

A Riad era stato un errore tecnico del team a costargli una penalità quando stava dominando la corsa. A Marrakesh invece, come detto, suo l’errore alla prima curva.

Ma Vergne è fiducioso per il proseguo della stagione, visto l’enorme potenziale dimostrato dalla sua monoposto: “L’anno scorso pensavo a difendermi, quest’anno sto diventando il re del sorpasso perché è tutto quello che faccio dall’inizio della stagione”.

Formula E | La Techeetah aumenta il vantaggio in classifica