Formula E | Gara sfortunata per la Nissan a Marrakech

Dopo l’ottimo esordio in Arabia Saudita, Nissan non è riuscita a fare lo stesso a Marrakech nonostante un buon passo e un’ottima affidabilità della vettura.  Nissan Marrakech

Credit: Nissan e.dams

Nissan è stato il primo team giapponese a conquistare punti in Formula E, con Buemi e Rowland che hanno ottenuto il 6° e 7° posto sul circuito di Ad Diriyah. Nissan Marrakech 
Nissan infatti sta puntando sulla Formula E per dimostrare la validità del progetto Nissan Intelligent Mobilityun progetto che integra auto e società.

Weekend di Marrakesh

Fin dalle prove libere del mattino, i piloti Nissan hanno dimostrato un buon passo con Oliver Rowland 4° e Sebastien Buemi 9° nelle Fp1. Nella seconda sessione Nissan è riuscita a migliorare ed ha concluso le Fp2 al 3° posto con Buemi e al 6° posto con Rowland Nissan Marrakech

Nella qualifica invece è accaduta una cosa simile al weekend arabo; Rowland, infatti, pur dimostrando un buon passo ha pagato nel giro secco ed è scattato dalla 12° posizione. Buemi invece è riuscito a centrare l’ingresso nella Superpole e a partire dalla seconda fila, alle spalle di da Costa.  Nissan Marrakech 

In gara la situazione è stata diversa. Buemi in partenza è stato costretto ad evitare una collisione con Vergne e ha perso ben 10 posizioni. Con un buon passo e una serie di sorpassi, lo svizzero è riuscito a centrare l’8°posizione al traguardo. Anche la gara di Rowland non è andata meglio; il #22 non è stato in grado di mantenere il passo della mattina e ha concluso la gara al 15° posto.

Michael Carcamo, direttore Nissan del Motorsport, ha così commentato la seconda gara stagionale:

“Questo non è il risultato che ci aspettavamo dopo una grande prestazione nelle prove libere e in qualifica. Abbiamo avuto sfortuna alla prima curva con Buemi per evitare l’incidente. Ha fatto un grande lavoro per risalire il gruppo e conquistare punti. Questo dimostra che siamo davvero competitivi”. [Credit: nismo.com ]

La Formula E tornerà in pista tra due settimane sul circuito di Santiago del Cile per il terzo round stagionale e Nissan è già focalizzata su quello che potrebbe essere un weekend vincente:

“Siamo focalizzati su Santiago. Analizzeremo dove siamo e dove è la nostra competitività, facendo riferimento al nostro passo e alle aree dove possiamo migliorare.”  [Credit: nismo.com ]

Parola ai piloti

Buemi ha sottolineato la sfortuna dell’episodio di Vergne ma allo stesso tempo ha elogiato la competitività della vettura:

“La gara di oggi è stata frustrante dopo che Nissan si è qualificata bene. E’ stata promettente ma sfortunata in quanto ho perso 10 posizioni per evitare la Techeetah e la Virgin. Ho spinto tanto e sono risalito fino all’8° posto ma le cose sarebbero potute andare meglio. Oggi avevamo il passo per essere sul podio, cosa che non era necessaria nel weekend d’apertura. La cosa positiva di oggi è che eravamo veloci e non vedo l’ora della prossima gara di Santiago.”  [Credit: nismo.com ]

Credit: Nissan e.dams

Rowland invece ha motivato la scarsa prestazione in qualifica con un problema ma del weekend salva i chilometri di esperienza che per un rookie sono fondamentali per il prosieguo della stagione:

“La giornata è iniziata bene per me con il 4° e 6° posto nelle prove libere. In qualifica ho avuto un problema e sono partito 12°. Ho avuto un buono scatto ma non avevo il passo e attraverso i dati dobbiamo capire il motivo. E’ stata un’altra grande esperienza per me, ma è frustrante quando non riesci a mettere in pratica ciò che hai imparato nel round iniziale. Non vedo l’ora di ritornare in macchina in Cile.” [Credit: nismo.com ]


Formula E | BMW – Da Costa e Sims gettano all’aria una potenziale doppietta

Lascia un voto