Formula E | Gary Paffett nuovo consigliere e pilota di riserva Mercedes

Gary Paffett ha perso il sedile in Mercedes a favore di Nyck De Vries, ma resterà comunque un membro della squadra. Occuperà infatti il ruolo di consigliere e pilota di riserva.

Gary Paffett
Foto: Autosport

Dopo il debutto in Formula E con HWA Racelab, Gary Paffett sarà ancora nell’organico del team Mercedes. Il 38enne, che fu vicino ad un sedile in F1 con McLaren, ha ottenuto solo 9 punti contro i 29 di Stoffel Vandoorne, confermato per questa Season 6.

Vincitore due volte del Campionato DTM, Paffett ha ottenuto come miglior risultato l’ottavo posto, portato a casa in due E-Prix, ovvero a Hong Kong e a Parigi.

Paffett sperava in un ruolo da titolare nella squadra, ma è comunque soddisfatto: “Da un lato, sono ovviamente un po’ deluso dal fatto che non gareggerò per la Mercedes EQ in Formula E questa stagione. Ma dall’altro sono molto entusiasta di far parte del team e di supportare Mercedes nel loro primo anno in Formula E come pilota di riserva e sviluppo. Allo stesso tempo, sarà molto interessante dare una mano a livello sportivo durante i fine settimana di gara, cercando di aiutare i piloti e tutto il team a ottenere il meglio. È molto importante avere un pilota nel ruolo di consigliere. Capisco come pensano i piloti e come dare il massimo. In me hanno un partner per discutere le loro prestazioni e per parlare della macchina. È un nuovo ruolo per me e non vedo l’ora di iniziare”.

Il Team Principal Ian James si è soffermato sull’importanza di avere ancora un pilota come Paffett: “Gary è stato un pilastro importante del nostro programma motorsport negli ultimi 16 anni. Il nome di Gary Paffett è strettamente associato a Mercedes-Benz. Non è solo un pilota eccezionale, ma anche un leader carismatico e giudizioso, qualità che ha ripetutamente dimostrato nel DTM da nostro pilota. Inoltre, quasi nessun pilota è in grado di portare avanti lo sviluppo di un’auto meglio di quanto possa fare lui. Siamo quindi lieti di aver nominato Gary come nostro consulente tecnico e sportivo e come pilota di riserva e sviluppo per il nostro team. Non c’è dubbio che continuerà a svolgere un ruolo importante nello sviluppo della squadra, come ha sempre fatto”.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

Formula E o WEC? Il dilemma di Sébastien Buemi

Emanuele Zullo

Sono un ragazzo di 14 anni e la mia passione per lo sport è immensa. Spero di coronare il mio sogno, diventare un giornalista sportivo.