Formula E | Monoposto Gen3 in arrivo, generazioni a confronto

Un documento pubblicato dalla FIA ha svelato alcuni dettagli della monoposto di Gen3. Le differenze con l’attuale generazione, detta anche Batmobile, sono notevoli. Vediamo insieme tutte le novità. Formula E Gen3

Gen2 Gen3
Foto: FIA ABB Formula E

Partendo dal telaio, le differenze nelle dimensioni della Gen3 saranno piuttosto esigue (si parla di riduzione di larghezza da 1777 mm a 1700 mm e di lunghezza da 5160 mm a 5000 mm), ma non sarà altrettanto per il peso. Si prevede infatti una riduzione del peso da 900 kg a ben 780 kg pilota incluso.

Per quanto riguarda il powertrain, si passa dal motogeneratore singolo che alimenta l’asse posteriore a una nuova configurazione che vedrà un secondo powertrain sull’asse anteriore, con l’unica funzione di rigenerazione. La trazione resterà posteriore. Sull’asse anteriore avremo anche un sistema idraulico di freni a disco, che si aggiungerà al freno motore che agisce sull’asse posteriore.

Il pacco batterie avrà un peso minore rispetto agli attuali 345 kg del pacco sviluppato da McLaren. Il prossimo fornitore dovrà sviluppare un pacco batterie che abbia un peso di 284 kg. Sarà proprio questo a costituire la riduzione maggiore nel peso totale delle vetture.

La potenza delle nuove vetture sarà maggiore rispetto a quelle di Gen2. Non si sa ancora quanti cavalli in più avrà la Gen3 rispetto alla generazione attuale, ma i candidati fornitori avranno due scenari:

  1. potenza massima in gara di 300 kW, in modalità qualifica, Fan Boost e Attack Mode di 350 kW e 51 kWh di energia disponibile, con un incremento di ben 100 kW rispetto alla generazione attuale
  2. potenza massima in gara di 250 kW, in modalità qualifica, Fan Boost e Attack Mode di 300 kW con 49 kWh di energia disponibile. In questo caso l’incremento è di 50 kW rispetto all’attuale generazione

Poche differenze invece per quanto riguarda gli pneumatici, sviluppati sin dagli esordi da Michelin, con due opzioni per la dimensione dei cerchi, ovvero 18″, come nella generazione attuale, e 20″, con mescola unica adatta sia su asciutto che su bagnato. In sintesi Michelin non avrà problemi a confermarsi fornitore unico di pneumatici nel Campionato Mondiale di Formula E.

La ricarica rapida

Dulcis in fundo torneranno i pit stop, non più utilizzati (se non per riparazioni del telaio) dall’eliminazione del cambio vettura, con ricarica rapida delle vetture in 30 secondi. Due scenari possibili anche in questo caso:

  1. potenza di ricarica da 600 kW, con 4 kWh netti di energia da utilizzare nel secondo stint
  2. potenza di ricarica da 450 kW, con 3 kWh netti di energia da utilizzare nel secondo stint

Il bando per la realizzazione delle vetture Gen3 scade il 31 marzo 2020, e la deadline per la decisione da parte della FIA è il 16 giugno. I crash test sono in programma per agosto 2021, con i team che riceveranno la vettura test a gennaio 2022 e le vetture ufficiali per la nona stagione ad agosto dello stesso anno.

Formula E | Analisi tecnica GEN3: powertrain integrale e potenza specifica aumentata del 60%!

mm

Beppe Dammacco

Appassionato di motori dalla nascita, tifoso della Ferrari fino al midollo, seguo F1, WRC, WEC, Formula E, MotoGP e SBK. Sogno di trasformare la mia passione per la scrittura giornalistica in un lavoro, nel frattempo scrivo per vari siti web