Formula E | Gen3: scadenze e programma per chassis e gomme

La FIA ha aperto la selezione per i nuovi fornitori delle monoposto di terza generazione che debutteranno nella stagione 2022-2023. Ecco i principali requisiti e le scadenze. Formula E Gen3

formula e gen3
Foto: ABB FIA Formula E

Le monoposto di terza generazione debutteranno nella stagione 2022-2023 della ABB FIA Formula E e verranno utilizzate per tre stagioni.
Esse presentano alcune differenze dalle monoposto di seconda generazione attualmente utilizzate; queste modifiche vedranno un miglioramento delle prestazioni grazie a un nuovo powertrain, novità aerodinamiche e pit-stop di ricarica rapida. Formula E Gen3

La FIA ha rilasciato un ITT (Invitation To Tender) per i fornitori che sono interessati a partecipare alle modifiche pianificate per la stagione 2022, anno del debutto delle monoposto di terza generazione.
Analizzeremo qui di seguito i requisiti e la tabella di marcia per telaio e gomme presentati nel bando.

Chassis

Formula E Londra
Foto: FIA Formula E

Cosa è incluso

Con lo chassis devono essere incluse ovviamente tutte le parti centrali della macchina: la scocca, tutte le strutture di protezione del pilota, ma anche le appendici e le ali anteriori e posteriori.

Il fornitore dovrà inoltre presentare sospensioni anteriori (incluso il sistema sterzante) e posteriori, oltre a tutte le luci, la sensoristica e i sistemi di raffreddamento. Anche i cerchi saranno forniti assieme allo chassis.
Sarà inoltre richiesto al fornitore di portare il kit elettrico anteriore (compreso di MGU, MCU e trasmissione).

Sono stati delineate due tipologie di vettura (scenario A e B) che presentano diverse potenze. Il peso massimo (780 kg) sarà lo stesso in entrambi i casi e le limitazioni al budget saranno decisive nella scelta finale.

Il target di peso massimo per lo chassis è fissato a 286 kg (quello della batteria a 284 kg), incluso il kit anteriore e tutto ciò che è stato citato precedentemente.
L’halo continuerà ad essere presente anche nelle vetture di terza generazione.

Il costo massimo è fissato a 340.000 Euro/anno e include chassis e kit powertrain anteriore (rimangono esclusi logistica, materiale per i pit e piano di assistenza). Formula E Gen3

Scadenze

La time-line per lo chassis è già abbastanza definita. Al momento queste sono le principali date rivelate dalla FIA:

  • 31 Marzo 2020: limite per la presentazione dell’offerta da parte del fornitore;
  • 19 Giugno 2020: scelta finale della FIA;
  • Agosto 2021: crash test effettuati;
  • Settembre 2021: test dei prototipi;
  • Gennaio 2022: consegna delle auto ai costruttori;
  • Agosto 2022: consegna delle auto da gara;
  • Settembre 2022: omologazione dei costruttori;
  • Ottobre 2022: test collettivi pre-stagionali;
  • Novembre 2022: prima gara stagione 9.

Si tratta di un programma discretamente completo e con tempistiche ben delineate, che dovrebbe dare sufficienti informazioni ai possibili fornitori.
La progettazione dello chassis dovrà essere svolta in collaborazione con il produttore del pacco batteria e degli altri elementi (come gli pneumatici) per garantire la migliore integrazione possibile tra i vari componenti.

Gomme

Formula E Michelin
Foto: Tire Technology International

Caratteristiche

Per quanto riguarda gli pneumatici non ci sono grossi cambiamenti rispetto alle attuali vetture (cosa che avvantaggerebbe Michelin per un’eventuale riconferma).
Ci sono due possibili misure (con cerchi da 18” o da 20”) che saranno valutate dal fornitore degli pneumatici e analizzate con quello dello chassis (che si occuperà dei cerchi).

I set di pneumatici dovranno essere utilizzabili sia su asciutto sia in condizioni di bagnato e ogni vettura avrà a disposizione un set di pneumatici per ogni giornata di gara.

Scadenze

Le scadenze per gli pneumatici sono le stesse dello chassis (ad esclusione dei crash test, necessari solo per il telaio).

 

Le modifiche sulle nuove vetture per la terza generazione non sono eccessive: comunque figurano un aumento di potenze, un continuo miglioramento dell’efficienza e una sempre maggiore ricerca su batterie e powertrain elettrici; questo è, d’altronde, il motivo principe per cui è nata la Formula E.
Sono cambiamenti interessanti che potrebbero portare a notevoli evoluzioni nella categoria full-electric.

Seguici anche su Telegram!

F1 | UFFICIALE: Ferrari blinda Leclerc, in rosso fino al 2024: “Estremamente felice!”