Formula E | In arrivo il film sul campionato elettrico

Il 23 maggio al Festival di Cannes verrà proiettato “And we go green”, il film documentario sulla Formula E.

Formula E film
Formula E a Parigi, ©️ autoplus.fr

“And we go green” è il primo film interamente incentrato sulla Formula E. La proiezione sarà il prossimo 23 maggio, in occasione del Festival di Cannes 2019. Il film vede tra i suoi principali realizzatori anche il vincitore del premio Oscar Leonardo di Caprio. Il documentario racconterà la quarta stagione del campionato di Formula E, vale a dire quella 2017/2018 del titolo conquistato da Jean Eric Vergne. In maniera simile a quanto visto con la serie documentario di Netflix sulla Formula 1 “Drive to survive”, “And we go green” racconterà le vicende dai punti di vista di alcuni dei piloti protagonisti del campionato.

Il titolo del film riprende la frase con cui il commentatore della Formula E Jack Nicholls esordisce all’inizio di ogni gara allo spegnimento dei semafori. Alla premiere del 23 maggio parteciperanno Jean Eric Vergne, Sam Bird, Lucas di Grassi,. Andre Lotterer, Nelson Piquet jr, Alejandro Agag, Fisher Stevens (codirettore), Malcom Venville (codirettore) e Leonardo di Caprio (produttore e soggetto).

Il documentario è stato scritto da Mark Monroe e prodotto da Leonardo di Caprio, Fisher Stevens, Christopher St. John, Jennifer Davisson e Zara Duffy. Tra i produttori esecutivi invece vi sono Jon Kamen, Dave Sirulnick, Justin Wilkes, Alejandro Agag e Rick Yorn.
Online è già disponibile il trailer in inglese del film, reperibile qui sotto.

Le parole dei protagonisti

Alejandro Agag, CEO e cofondatore della Formula E, ha commentato: “Il documentario racchiude la missione ultima e lo scopo della Formula E, mostrare come la competizione guidi lo sviluppo tecnologico e come l’eccitazione dello sport possa avere un impatto sociale significativo e alteri la percezione dei veicoli elettrici”.
“Questo concetto è da dove deriva il titolo “And we go green”. Non è solamente il segnale di partenza delle nostre gare, ma indica anche un bisogno immediato di frenare il danno devastante e irreparabile causato dai combustibili fossili”, ha continuato Agag.

Stevens e Venville, produttore e codirettore del film, hanno dichiarato: “Originariamente, pensavamo di stare realizzando un film sull’ambiente. Abbiamo realizzato che il modo migliore per attirare l’attenzione del mondo verso il cambiamento ambientale fosse fare un film sulle persone, in questo caso dei piloti da corsa, e dare inizio a una visione che sconvolgesse il motorsport per sempre. La vita di un atleta, gli alti e bassi, l’eccitazione del correre e l’innovativa tecnologia elettrica portatrice di vita accoppiati con le corse nel cuore delle più grandi città del mondo: questo è stato un film incredibile, ispirante ed eccitante da realizzare”.

Seguici anche su Telegram

Esclusiva, Di Grassi su Alonso ed Hamilton: “La Formula E non ha bisogno di loro”

mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Lavoro nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.