Formula E | Intervista ESCLUSIVA ad André Lotterer: “La pressione era troppo alta”

André Lotterer, poleman e secondo classificato all’E-Prix di Roma, ha commentato il suo risultato in esclusiva ai nostri microfoni Intervista esclusiva André Lotterer 

Foto: FIA ABB Formula E

“Qualifica incredibile e una sbalorditiva pole position, ma in gara sei arrivato secondo. Che è successo?”

“Beh, sono arrivato secondo! (Sorride, ndr) Un insieme di sensazioni, ovviamente volevo vincere. È successo, credo, che la pressione delle gomme fosse troppo alta, così sembrava, e ho avuto difficoltà con la vettura, qualche bloccaggio, e non ho potuto tenere Mitch (Evans, ndr) dietro di me”

“Settimo E-Prix, sette vincitori diversi. Cosa ti aspetti da questa stagione?”

“È un grande campionato, ovviamente, rende questo sport fantastico e probabilmente è il miglior modo di correre in generale. Rende le nostre vite molto stressanti, sai, non puoi mai sapere cosa ti aspetta e devi continuare a lavorare sodo, spingere, mettere tutto insieme, poi il bello è che siamo in un buon team con ottime macchine, quindi penso che possiamo costantemente arrivare a punti”

“Vi aspettavate la pioggia in questa gara?”

“Sì, sapevamo che il meteo sarebbe stato un problema, e infatti è piovuto molto e durante la gara si è asciugato, quindi sicuramente condizioni difficili, ma l’abbiamo gestita”

“Il tracciato è molto tecnico, è stato difficile guidare qui a Roma?”

“No, è un bel circuito, o meglio è ovviamente difficile e c’è un grande salto, molti dossi, ma le curve sono belle, c’è un solo hairpin (e a me non piacciono molti tornanti), c’è un’ottima percorrenza, è un bel posto con salite e discese, il colle, mi piace correre qui, è divertente”

Formula E | Intervista ESCLUSIVA a Jerome D’Ambrosio: “Il sistema delle qualifiche è frustrante”

mm

Beppe Dammacco

Appassionato di motori dalla nascita, tifoso della Ferrari fino al midollo, seguo F1, WRC, WEC, Formula E, MotoGP e SBK. Sogno di trasformare la mia passione per la scrittura giornalistica in un lavoro, nel frattempo scrivo per vari siti web