Formula E | Londra E-Prix – BMW: “La prima volta su una pista con una sezione al chiuso”

BMW, forte della vittoria nel primo round a New York, punta a posizioni importanti a Londra. Secondo il team, nulla è ancora deciso per le classifiche del mondiale. Londra E-Prix BMW 

Londra E-Prix BMW
Credits: BMW

Appuntamento importante per BMW, che arriva a Londra per migliorare la sua posizione in campionato. Stagione caratterizzata da un andamento altalenante, il team crede di avere un buon potenziale da sfruttare. Londra E-Prix BMW 

Roger Griffiths – Team Principal BMW i Andretti Motorsport

“Forti del successo nell’E-Prix di New York, il team arriva al secondo dei suoi “eventi di casa”. È fantastico essere di nuovo a Londra dopo la lunga assenza. Una nuova e unica location per tutti. È la prima volta su una pista con una sezione al chiuso, oltre a quella classica all’aperto. In questo momento sappiamo poco sulla superficie della pista e su come evolverà con il passare del tempo. Fortunatamente abbiamo le prove libere del venerdì pomeriggio e ciò ci garantirà di poter rivedere i dati di notte, per decidere come adattarci al nuovo circuito. Per la prima volta, inoltre, la FIA ha deciso di ridurre il totale di energia a nostra disposizione in gara del 10%. Il tipo di pista con il totale dell’energia avrebbe significato una gara “flat out”, ma con la riduzione sarà importante la gestione dell’energia. Entrambi i piloti hanno vinto una gara e sono sicuro che entrambi vogliano ottenere altri risultati importanti. C’è molto in gioco sia per il campionato costruttori che per quello piloti”.

Jake Dennis #27

“Sono molto eccitato per la mia gara di casa a Londra. Nessuno conosce il circuito e questo sarà un vantaggio per me, essendo un rookie. Spero riusciremo a far bene nelle libere e a qualificarci in buona posizione. Sembra non sarà semplice superare e ciò rende fondamentale ottenere una buona posizione in griglia”.

Maximilian Günther #28

“Londra è un posto magnifico per gareggiare. È molto interessante il fatto che gareggeremo sia indoor che outdoor. La pista sembra molto tecnica e non vedo l’ora di iniziare a girare sul tracciato. Stiamo entrando nelle ultime quattro gare e tutto è ancora possibile. Quindi, come al solito, ci concentreremo per tirar fuori le migliori prestazioni possibili”.