Formula E | Messico E-Prix – D’Ambrosio e Wehrlein apprezzano la rimozione della chicane

Pascal Wehrlein e Jerome D’Ambrosio sono soddisfatti della decisione presa dalla Formula E di rimuovere la chicane nella parte finale del tracciato, una delle diverse modifiche alla pista. Messico E-Prix Mahindra

Messico E-Prix Mahindra
Foto: Mahindra Racing via twitter

Mahindra arriva al quarto appuntamento stagionale dopo un buon E-Prix a Santiago del Cile, con la consapevolezza di avere un buon passo in qualifica, più debole il passo gara. Messico E-Prix Mahindra

Wehrlein, quarto al traguardo, ha ottenuto i suoi primi punti nella Season 6 e il miglior risultato della stagione per la scuderia indiana, oltre ad essere andato per la prima volta in quest’annata in superpole.

Proprio l’anno scorso, Wehrlein perse la gara a pochi metri dal traguardo, sorpassato in extremis da Lucas Di Grassi. L’ex Sauber e Manor in F1 fu comunque penalizzato e retrocesso in sesta posizione.

Il tedesco, dodicesimo in classifica piloti, ha parlato alla vigilia del fine settimana messicano: “Finora abbiamo avuto un’auto forte nelle qualifiche e, se riusciamo a sistemare il set-up, non c’è motivo per cui non possiamo raggiungere il la quarta e mia seconda superpole stagionale. Mi piacciono molto i cambiamenti alla pista; l’ultima curva è particolarmente veloce e lunga, quindi potrebbe essere una sfida per la gomma anteriore sinistra. Penso che possiamo finire nei punti e, come abbiamo visto in passato e questa gara l’anno scorso, la gestione dell’energia è cruciale”.

In Cile se l’è vista peggio Jerome D’Ambrosio, ritirato. Il belga non ha saputo sfruttare le sue due superpole, conseguenza dei due soli punti che ha collezionato nelle prime tre gare.

Nonostante sia 19° nella graduatoria riservata ai piloti, D’Ambrosio è fiducioso riguardo il prossimo E-Prix nella capitale messicana: “Le auto stanno diventando più veloci. Concordiamo tutti sul fatto che lo stile delle chicane di Formula E abbia contribuito a una serie di incidenti accompagnati dalla bandiera rossa la scorsa stagione. Rimuovere la chicane è davvero un ottimo strumento per aumentare i sorpassi in campionato. La temperatura della batteria non dovrebbe essere un problema in Messico. Tuttavia, sarà una storia diversa per le gomme, perché questa pista è piuttosto dura con le gomme. Ci stiamo concentrando sul massimizzare la nostra preparazione in gara in modo da poter mettere tutto insieme quando andremo in pista”.

Entrambi i piloti hanno accolto positivamente la nuova parte finale di pista senza la chicane. L’anno scorso fu luogo di uno degli incidenti più spettacolari nella storia della Formula E, Jean-Eric Vergne e Nelson Piquet Jr. furono i protagonisti.

Seguici nel nostro canale telegram per non perdere alcun aggiornamento sul mondo della Formula E!

Formula E | Gunther: “Quello che abbiamo ottenuto in Cile significa molto per me”

Emanuele Zullo

Sono un ragazzo di 14 anni e la mia passione per lo sport è immensa. Spero di coronare il mio sogno, diventare un giornalista sportivo.