Formula E | Messico E-Prix – Dennis domina la prima del 2023, sul podio Wehrlein e Di Grassi

Jake Dennis vince in solitaria l’E-Prix del Messico, prima gara del mondiale 2023 di Formula E. Giri finali spettacolari per il podio, alla fine la spuntano Wehrlein e Di Grassi.

Messico E-Prix Formula E Andretti Jake Dennis
Jake Dennis è il vincitore dell’E-Prix del Messico!

Tutto pronto per l’inizio di una nuova era della Formula E! La prima gara delle Gen3 si preannuncia spettacolare e con tante novità. La gara passerà dai 45 minuti dell’anno scorso al numero di giri da percorrere – nell’E-Prix di oggi in Messico 36. E ancora, tra le altre, la rimozione del FanBoost che era stato protagonista nelle otto stagioni finora disputate.


Leggi anche: Formula E | Toto Wolff motiva l’uscita di Mercedes: “Non c’è abbastanza pubblico”


Le qualifiche dell’E-Prix hanno visto Lucas Di Grassi prendersi la Pole Position al suo esordio con il team Mahindra. In seconda posizione c’è Jake Dennis su Andretti in una qualifica dal grande potenziale per il team americano che ha sciupato sia la finale con l’inglese che la semifinale con André Lotterer. Il tedesco partirà quarto alle spalle di Jake Hughes, rivelazione di questa qualifica con la McLaren. Non il migliore degli esordi per la Maserati con Mortara e Gunther che scatteranno dalla sedicesima e diciassettesima casella.

Cronaca della gara

Segui in diretta l’E-Prix di Città del Messico di Formula E. La cronaca inizierà alle ore 20:50, la pagina si aggiorna automaticamente ogni 90 secondi. 

20:50 – Buon sabato a tutti da Città del Messico, la Formula E è tornata!

20:54 – Il pubblico dell’Autodromo Hermanos Rodriguez è carico per la prima gara della stagione.

20:57 – Tra le rivelazioni di questa prima qualifica, oltre a Hughes su McLaren, c’è la NIO dalla quinta casella con Dan Ticktum.

20:58 – Cinque minuti al semaforo verde!

21:01 – Scorrono le immagini con la griglia di partenza, manca davvero poco ormai.

21:03 – Burnout effettuato, pronti per partire!

Partenza – Di Grassi tiene la leadership, Hughes prova ad insidiare Dennis ma il pilota Andretti resiste.

Giro 2 – Subito Safety Car in pista: la ABT Cupra di Frijns è in barriera dopo un tamponamento.

G3 – Ancora SC in pista mentre anche la Nissan di Nato rientra ai box.

G4 – Mentre inizia il quarto giro, ecco un’immagine dell’incidente che ha messo un punto alla gara del pilota olandese ex Envision Virgin già allo start.

Immagine

G5 – La Safety Car rientra alla fine di questo giro.


G6 – Ripartiti, ancora una bandiera gialla: questa volta è Sam Bird.

G7 – Ancora una Safety Car per rimuovere la Jaguar di Bird ferma in uscita di curva 1. Ecco intanto le immagini della partenza.

G8 – Inizia un altro giro sotto regime di SC, qui l’on board di Bird al momento del ritiro.

Immagine

G9 – La direzione gara ordina il passaggio dalla corsia box per la SC e le vetture alle sue spalle.

G10 – Riparte ora la gara, bandiera verde!

G11 – Cassidy attiva l’attack mode per un minuto, mentre Vandoorne per tre.

G12 – Dennis attacca Di Grassi e conquista la prima posizione! Attack mode per Vergne (3 minuti) e Vandoorne (1 minuto).

G13 – Drive through per Ticktum mentre Evans non riesce ad attivare l’attack mode. 2 minuti per Da Costa e Sette Camara, 3 per Cassidy ma soprattutto 1 per Dennis che pur allargando la traiettoria mantiene la testa della gara.

G14 – Buemi mette pressione a Fenestraz per riprendersi la P6 ma perde la posizione su Da Costa. Attack mode (2 minuti) anche per Wehrlein che resta quinto.

G16 – Di Grassi riesce ad attivare l’attack mode senza perdere la posizione su Wehrlein. Il brasiliano è però lontano già tre secondi da Dennis per un solo minuto di attack usato.

G17 – Hughes riesce a restare negli scarichi di Di Grassi malgrado l’attack mode del brasiliano.

G18 – Siamo appena entrati a metà gara ed ecco un altro colpo di scena: testacoda e impatto con le barriere per la Maserati di Edoardo Mortara. Di nuovo Safety Car.

G19 – Mentre viene rimossa la Maserati dell’italo-svizzero, le auto passano di nuovo dalla pit lane.

G20 – La Safety Car rientra al termine di questo giro. Segue un’immagine dell’incidente di Mortara.

Immagine

G21 – Bandiera verde, Dennis scappa subito via da Di Grassi.

G22 – La SC ha permesso a Ticktum di rientrare in corsa dopo il drive through per eccesso di energia utilizzata. L’inglese ex F2 consuma due minuti di attack mode.

G23 – Situazione tra i piloti a punti: Dennis, Di Grassi, Hughes, Wehrlein, Lotterer, Fenestraz, Da Costa, Buemi, Evans, Vergne. Nessun attack mode attivo al momento.

G25 – Wehrlein e Lotterer si giocano il secondo attack mode: due minuti per il tedesco della Porsche, tre per quello dell’Andretti.

G26 – Wehrlein sfrutta la sua ultima occasione con attack mode ormai prossimo allo scadere e attacca Hughes che era andato a prendere, come Di Grassi, l’attack mode.

G27 – I primi sette, ad eccezione di Wehrlein e Lotterer che lo hanno appena esaurito, stanno sfruttando il secondo attack mode a disposizione.

G28 – Ancora una penalità per Ticktum, questa volta 10 secondi per aver guadagnato un vantaggio eccedendo i limiti della pista.

G29 – Gran gara di Wehrlein che attacca Di Grassi e sale in P2!

G31 – Wehrlein allunga su Di Grassi e adesso nel mirino c’è Hughes.

G34 – Fase di gara un po’ congelata adesso ma niente panico: aggiunti cinque giri! Si arriverà fino al giro 41.

G35 – Si infiamma la lotta per l’ultimo gradino del podio: Hughes prova ad attaccare Di Grassi ma in realtà deve difendersi dall’arrivo di Lotterer.

G36 – Lotterer è incollato a Hughes mentre dietro si accoda al trio anche la Envision di Buemi. Iniziano ora i cinque giri aggiuntivi!

G37 – Vergne, decimo, attiva l’attack mode mentre i commissari sventolano bandiere gialle.

G38 – Dopo due ottimi terzi di gara inizia a perdere posizioni Fenestraz che è sceso in P9: gran mossa di Evans.

G39 – La bandiera gialla è motivata dallo stop della McLaren di Rast che non è di grande aiuto al suo compagno di squadra che si è ormai incollato alla Mahindra di Di Grassi.

G40 – Lotterer ci prova su Hughes ma non c’è spazio. Di Grassi continua a fare da tappo nel tentativo di recuperare l’energia in difetto rispetto agli altri.

G41 – Lotterer riesce finalmente a passare su Hughes, è quarto!

Bandiera a scacchi – Jake Dennis trionfa in Messico! Gestione di gara perfetta, P2 e P3 per Wehrlein e Di Grassi, chiude quarto Lotterer davanti a Hughes e a Buemi, con lo svizzero che non è riuscito ad unirsi davvero alla festa nel finale di gara.

Immagine

Dopo l’E-Prix del Messico, la prossima gara sarà in Arabia Saudita con un doppio appuntamento tra due settimane. Grazie per averci seguito, seguici nel nostro nuovo canale Telegram interamente dedicato alla Formula E per non perderti nessuna news del campionato 100% elettrico!

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.