Formula E | Messico E-Prix: Mercedes a caccia della vetta

A pochi giorni dalla terza tappa del mondiale di Formula E, la Mercedes-Benz EQ, si presenta come una delle favorite per agganciare la connazionale BMW in testa alla classifica. Mercedes Messico E-Prix

Mercedes Messico E-Prix
Daimler Media

Il team esordiente, che condivide la stessa sede produttiva della “cugina” impegnata in Formula 1, si è mostrata non solo all’altezza delle aspettative, ma le ha abbondantemente superate. Forte di due podi e di altrettanti piazzamenti a punti per entrambi i piloti, la “Silver Arrow” elettrica approccia la gara in terra messicana con entusiasmo ed ottimismo. Mercedes Messico E-Prix

Il circuto

Giunti al quinto appuntamento stabile sul circuito Hermanos Rodriguez, la Formula E ha deciso di apportare alcune modifiche in vista dell’ormai; iconica gara in altura. Il tracciato infatti è stato allungato di 513 rispetto alle passate stagioni, portando la lunghezza complessiva a 2606; metri, il 55% dei quali percorsi in piena accelerazione. Oltre alla lunghezza, la federazione ha deciso di estendere uno dei settori e di rimuovere due chicanes in modo da; permettere il raggiungimento di velocità più elevate.

Stoffel Vandoorne Mercedes Messico E-Prix

Il belga ex McLaren, primo in campionato con 3 punti di vantaggio su Alexander Sims, si è così espresso riguardo alla imminente tappa messicana: “Il Messico è una delle tappe più belle della stagione. Per questo motivo sono estremamente felice di essere qui, soprattutto dopo aver appena agguantato la leadership del campionato. I fan messicani sono estremamente appassionati e calorosi. Rispetto all’anno scorso il tracciato è stato modificato e adesso ci sono più opportunità di sorpasso. Questa nuova configurazione porterà sicuramente più spettacolo. Speriamo di fare un buon lavoro e di portare a casa il maggior numero di punti possibile”.  

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

Nyck De Vries

Il rookie olandese, reduce dalla vittoria del campionato in Formula 2 dell’anno scorso, ha voluto commentare così l’inizio del campionato: “ sono passate diverse settimane da Santiago e non vedo l’ora di risalire in macchina. Il nostro debutto in stagione è stato più che incoraggiante ma sappiamo come questo campionato sia estremamente competitivo con quasi tutti i team sullo stesso livello. Questo è vero soprattutto in qualifica, dove competiamo con gruppi molto difficili da battere. Inoltre, sono consapevole di essere ancora un esordiente e per questo devo imparare passo dopo passo. È importante quindi essere concentrati al massimo così come lo siamo stati nelle prime due tappe della stagione”.

Appuntamento quindi a sabato, quando le vetture scenderanno in pista per le qualifiche prima e per la gara poi. La Mercedes è sembrata essere uno dei team protagonisti fino ad ora. Riuscirà a mantenere i risultati raggiunti fino alla fine della stagione? Non ci resta che scoprirlo nel fine settimana.

Formula E | Messico E-Prix – Venturi, obiettivo recuperare i punti persi in Cile

Alessio Arcidiacono

Studente magistrale di Economia. Da sempre appassionato di Formula 1, sogna di lavorare nella massima serie del motorsport.