Formula E | Monaco E-Prix – Porsche mira alla prima vittoria

Porsche arriva all’E-Prix di Monaco di Formula E dopo due buone prestazioni, l’obiettivo è quindi quello di conquistare il primo trionfo.

Formula E - Porsche . Wehrlein
Foto: Porsche Formula E

Per Porsche questo sarà il primo E-Prix di Monaco. La tappa del Principato manca infatti dal 2019 quando a trionfare, su un tracciato decisamente più corto, fu Vergne. Dopo due risultati, decisamente entusiasmanti, di Roma e Valencia il team tedesco mira al colpo grosso, la prima vittoria in Formula E. I tecnici della casa di Stoccarda sono convinti di possedere un mezzo capace di lottare nella parte più ambita della classifica. Fino a questo momento non sono però riusciti a massimizzare il potenziale. Monaco, una pista nuova per tutti visto che si userà il layout originale, potrebbe essere l’occasione giusta.


André Lotterer:

 “Il podio è stato fantastico. Sono stato entusiasta del mio risultato e spero che ora abbiamo fatto una svolta con i primi punti. Le prime gare della stagione sono state molto difficili, soprattutto perché abbiamo una macchina veloce e lavoriamo duramente per sfruttare tutto il suo potenziale, non solo in qualifica ma anche in gara. A Valencia, ancora una volta, siamo riusciti a farlo abbastanza bene. Per questo motivo, sto andando a Monaco sentendomi molto motivato. Questa gara sarà sicuramente un punto culminante dell’anno. Monaco è conosciuta in tutto il mondo, quindi quando la Formula E arriva in città, non è solo interessante per gli appassionati di corse automobilistiche. Spero che potremo mostrare il meglio della Formula E con la sua combinazione di sport e stile di vita su questo sfondo affascinante e tornare a casa con più punti possibili”.

Pascal Wehrlein:

Non vedo l’ora di tornare. Monaco è un punto cruciale nel calendario. Guidare su questo circuito stradale di fama mondiale è sempre qualcosa di speciale. Conosco l’intero circuito dalla Formula 1 e sono entusiasta del nuovo layout della Formula E. È meraviglioso che abbiano incluso curve famose in tutto il mondo come Casinò, Mirabeau e Grand Hotel, così come il tunnel, per la prima volta. Questo aumenta significativamente l’esposizione della Formula E agli occhi del pubblico. La pista ha curve strette, salite ripide e sezioni molto veloci. Ora è un vero circuito di Formula E. Un giro è quasi due volte più lungo della pista su cui eravamo soliti guidare a Monte Carlo. Questo significa che una gestione efficiente dell’energia gioca un ruolo ancora più importante. Per me, personalmente, spero di riprendere da dove ho lasciato a Roma – cioè sul podio”.

Seguici nel nostro nuovo canale Telegram interamente dedicato alla Formula E per non perderti nessuna news del campionato 100% elettrico!

Formula E | Monaco E-Prix – BMW fiduciosa dopo i buoni risultati di Valencia, Dennis: “Voglio un’altra vittoria”

mm

Giada Di Somma

Appassionata di motori da sempre. Studio comunicazione a Roma e spero di poter rendere la mia passione un lavoro.