Formula E | New York E-Prix – Mahindra soddisfatta a metà: “Dobbiamo lavorare molto sul passo gara”

Soddisfatti a metà in casa Mahindra dopo il weekend dei due E-Prix di New York: da dimenticare gara 1, mentre in gara 2 entrambe le vetture hanno concluso in zona punti. In vista dei prossimi weekend c’è da lavorare sul passo gara, punto debole nelle due gare a Brooklyn.

Mahindra new york e-prix
Foto: Mahindra Racing

Il doppio E-Prix di New York ha il sapore agrodolce per Mahindra. In gara uno Alex Lynn ha raggiunto per la quinta volta la Super Pole e qualificandosi terzo. Questo bellissimo risultato ha acceso in Mahindra la speranza di ottenere un podio. Ma la gara non è andata come si aspettava e a causa di un testacoda ha perso molte posizioni. La rimonta, purtroppo, non gli ha permesso di piazzarsi oltre la undicesima posizione, ad un soffio dalla zona punti. Il suo collega Alexander Sims non è stato tanto più fortunato: si è infatti ritirato a causa di una foratura in seguito ad un contatto.

In gara due, invece, entrambi i piloti sono riusciti a raggiungere la zona punti.  Alexander Sims ha tagliato il traguardo per sesto, mentre il suo compagno Lynn ha chiuso in nona posizione.


Leggi anche: Formula E | New York E-Prix – Due podi per Techeetah: “Siamo in lotta per entrambi i titoli”


Alexander Sims: “Gara 1 è stata frustrante, vista la foratura. Penso di essere stato colpito da Nato, ma si è trattato di un semplice incidente di gara. Siamo stati davvero sfortunati: stavamo recuperando molte posizioni e avevamo finalmente trovato il ritmo giusto. Sono invece molto soddisfatto per gara 2: avevamo un passo migliore e siamo riusciti ad ottenere qualche prezioso punto. Normalmente siamo molto forti in gara, quindi dobbiamo capire perché abbiamo faticato così tanto nelle due di questa settimana e continuare a lavorare in vista degli appuntamenti di Londra e Berlino”.

Alex Lynn: “Peccato non aver ottenuto alcun punto in gara 1, dopo essermi qualificato terzo. Ero molto contento per le qualifiche e soddisfatto del mio giro in Super Pole. In gara 2 è andata meglio, con un sesto e un nono posto per noi, in un fine settimana in cui abbiamo faticato tantissimo con il passo gara. Questo campionato è molto combattuto; il fatto che le nostre auto finiscano davanti a tutte le BMW, Audi, Nissan e Mercedes dimostra la nostra qualità e competitività sul campo. C’è molto lavoro da fare prima di Londra, perché vogliamo puntare a finire nei primi posti”.

Il team principal Dilbagh Gill suona la carica per le ultime gare del campionato e commenta così le performance nella Grande Mela: “La Formula E diventa sempre più competitiva, quindi ogni punto è prezioso. Gara 1 ci ha delusi, ma in gara 2 siamo riusciti a recuperare e finire a punti con entrambe le vetture. Ora dobbiamo lavorare sodo prima di Londra per assicurarci di poter convertire il nostro forte ritmo in qualifica in buoni risultati in gara. Con quattro gare rimanenti, la posta in gioco è ancora alta e vogliamo concludere la stagione nel modo migliore possibile”.

Seguici nel nostro nuovo canale Telegram interamente dedicato alla Formula E per non perderti nessuna news del campionato 100% elettrico!

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.