Formula E | New York E-Prix – Virgin arriva in un buono stato al round finale

La Virgin vuole far bene al New York E-Prix. Secondo quanto affermato dal Team Principal della Virgin Sylvain Filippi, il team arriva in un buono stato in vista delle ultime due gare stagionali a New York.

Virgin Preview New York E-Prix
Foto: Virgin racing Twitter

La Virgin è, come l’Audi, in lotta per entrambi i titoli mondiali. Entrambi però, sia costruttori ma soprattutto piloti, sono abbastanza difficili da conquistare.

Con 150 punti, il team inglese dista 66 punti dalla prima in classifica Techeetah e 23 dalla Audi.

Diversa la situazione invece per quanto riguarda la classifica piloti; Sam Bird è ormai fuori dai giochi con i suoi 69 punti che lo hanno portato al nono posto finora. Ancora in lizza per il titolo Robin Frijns che è però distante 49 punti dal leader Vergne ed è attualmente sesto con 81 punti.

Resta comunque ottimista il Team Principal Filippi: “L’intero team ha lavorato a pieno ritmo per garrivare nel migliore stato di forma possibile nelle ultime due gare a New York. Ci sono un sacco di punti in palio e, come abbiamo visto finora in Formula E, tutto può succedere. Essendo una squadra indipendente in competizione con una seria concorrenza di grandi costruttori, abbiamo goduto di una stagione straordinaria finora e so che tutti vogliono capitalizzare e finire in alto”.

Frijns e Bird: “Speriamo in un buon risultato”

Frijns, che viene da tre gare senza punti, ha dichiarato: Le alte temperature di aria e pista potrebbero rendere le cose ancora più interessanti per noi piloti, quindi sarà sicuramente un evento impegnativo. Ogni gara di questa stagione ha dimostrato quanto siano vicini team e piloti, quindi sappiamo che ogni piccolo dettaglio farà la differenza. Non vedo l’ora che arrivi questo weekend, soprattutto dopo la delusione della gara di Berna. Tutta la preparazione è stata completata e sappiamo cosa deve essere fatto, quindi vogliamo solo andare lin pista e dare tutto ciò che abbiamo ecompletare una grande prima stagione con la squadra”.

Queste invece le parole di Bird, che ha invece chiuso quarto a Berna: “Il finale di stagione è comprensibilmente una grande occasione con molto in palio, quindi abbiamo lavorato molto duramente con il team e gli ingegneri per assicurarci di essere pienamente preparati. Abbiamo fatto molte prove anche al simulatore e, rispetto alla scorsa stagione, il circuito è praticamente lo stesso a parte qualche piccola modifica qua e là. Ho ovviamente ottenuto un record impressionante in questa pista, quindi speriamo di ottenere due buoni risultati e segnare più punti possibili per la squadra. Certo, sarebbe bello replicare ciò che abbiamo fatto nel 2017, dobbiamo solo attendere!”

Seguici su TelegramFacebookInstagramTwitter.

Formula E | Il gran finale: anteprima e orari del New York E-Prix

Emanuele Zullo

Sono un ragazzo di 14 anni e la mia passione per lo sport è immensa. Spero di coronare il mio sogno, diventare un giornalista sportivo.