Formula E | Peso minimo dei piloti e riduzione dei test dalla Season 7

La FIA, le squadre e la stessa Formula E stanno valutando l’introduzione del peso minimo per pilota e la riduzione dei test. Entrambe le novità sono in ottica 2020-21, quando andrà in scena la Season 7.

Formula E
Foto: Dmove.it

Peso minimo di 80kg tra pilota, sedile e zavorra

La nuova regola che prevede un peso minimo dei piloti è ormai cosa fatta e manca solo l’ufficialità. Il pilota, il sedile e la zavorra dovranno pesare in totale almeno 80 kg. La stessa regola è utilizzata anche in Formula 1 per fornire un’equa distribuzione di massa tra i piloti. Formula E

I regolamenti attuali prevedono che l’auto, con il pilota all’inerno, debba pesare minimo 900 kg, considerando che il peso dei piloti varia tra i 65 e gli 80 kg e quello dei sedili tra gli 8 e i 10.

Soddisfatto di questa regola è il pilota della Audi Lucas Di Grassi che a e-racing365 ha dichiarato: “Sono molto contento perché credo che questa sia la strada giusta da prendere. Questo tipo di regola deve essere ok per tutti, quindi ci vuole tempo per confermare. Sono felice che almeno per la settima stagione stanno lavorando così. Lo rende più giusto come in F1, tutti sono più o meno nella stessa redistribuzione, stessa massa, quindi può solo essere positivo”.

Riduzione dei test Formula E

Altro argomento caldo riguarda la diminuzione dei test. I costruttori hanno 15 giorni di test a disposizione – che anche Mercedes sta sfruttando – e i costruttori che forniscono i powertrain ai team clienti ne dispongono di ulteriori 7.

A questi vanno sommati i tre test prestagionali – la cui sede è attualmente Valencia – e i tre in-season, che per questa Season 6 sono stati disputati a Riyadh, Marrakech e Città del Messico.

Effettivamente, un massimo di 28 test e un minimo di 21 è una quantità abbastanza grossa che è giustificata però dal cambiamento da Gen1 a Gen2. Dunque, i team hanno discusso per restringere già dalla prossima Season 6 il numero di sessioni di test, ma non è stato possibile a causa dell’ingresso di Mercedes e Porsche che sono nel pieno della loro dase di test.

Roger Griffiths, Team Principal della BMW i Andretti Motorsport, ha parlato dell’argomento ai microfoni di e-racing365: “Quando guardi gli altri campionati, abbiamo un sacco di giorni di test disponibili rispetto ad altri. Dalla sesta stagione alla settima stagione è improbabile che vi sia un cambiamento significativo nei regolamenti riguardanti il propulsore in generale, quindi in realtà non ci dovrebbe essere bisogno di molti test. I costruttori che stanno entrando devono avere le stesse opportunità che noi abbiamo avuto inizialmente, ma penso che dopo i test della Stagione 6 sarebbe sensato ridurre il numero di giorni di test”.

Leggi anche: Formula E | Svelato il tracciato del Seoul E-Prix

Seguici su Telegram, Facebook, Instagram, Twitter.

Emanuele Zullo

Sono un ragazzo di 14 anni e la mia passione per lo sport è immensa. Spero di coronare il mio sogno, diventare un giornalista sportivo.