Formula E | Porsche pronta a rivedere il suo impegno nella serie se il progetto F1 si concretizzasse

Porsche deciderà in questa stagione se continuare il suo impegno in Formula E dopo il 2024, anche tenendo conto di un possibile approdo in F1.

Porsche - Formula E
Foto: Porsche Formula E Twitter

Porsche è impegnata in Formula E dalla Season 6 e ha recentemente firmato per rimanere nel campionato fino al 2024. Nelle ultime settimane però, nel paddock della Formula 1, sono iniziate a circolare voci che vedono Porsche e Audi interessate ad un approdo nella categoria. Le voci non sono state smentite ma anzi confermate con Thomas Laudenbach, responsabile Porsche Motorsport, che ha affermato che il gruppo è pronto a rivedere i suoi attuali impegni in caso di un’entrata in Formula 1 nel 2026. Tra i campionati a rischio ci sarebbe la Formula E, ritenuta dal costruttore tedesco un campionato di assoluto livello ma con ancora dei punti deboli. L’abbandono poi degli altri tre marchi tedeschi non è una cosa che è passata in osservata. Porsche non ha intensione di ritirarsi prima ed è pronta a rispettare il contratto siglato che scade nel 2024. In questa stagione sarà però presa una decisione riguardo ad un’estensione dell’impegno attuale. Una prima idea su quale potrà essere la decisione del costruttore tedesco si avrà verso metà dicembre, entro il 15 del mese infatti il gruppo Volkswagen dovrà comunicare la sua decisione alla Formula 1.


Leggi anche: Formula E | Primo test per la Gen3 ma non sarà presentata prima dell’inizio della Season 8


Thomas Laudenbach, responsabile Porsche Motorsport, a The Race:

Per noi è chiaro che a un certo punto decideremo circa il futuro del nostro impegno di Formula E fino alla Season 10 (2024). Quando abbiamo deciso di impegnarci, Season 10 compresa, non credo che abbiamo avuto qualcosa con la F1 nella nostra mente. Probabilmente nel corso del prossimo anno decideremo se vogliamo continuare e se vogliamo estendere l’impegno a dopo il 2024. Sicuramente nel frattempo sarà stata presa una decisione sulla F1, che è estremamente aperta. Questo avrà un’influenza su ciò che faremo in tutti gli altri programmi. Questo è chiaro. Il fatto che, diciamo, tre produttori premium sono usciti, o uscirann,o come BMW, Audi e Mercedes, ci fa senza dubbio pensare. Dall’altra parte, solo guardando Audi e BMW, erano lì fin dall’inizio. Quindi già erano da molto tempo nel campionato. Penso che ci siano alcuni punti deboli nella categoria. Ne abbiamo discusso anche con l’organizzazione della Formula E. Ci sono alcuni punti che vorremmo vedere ottimizzati perché pensiamo che ci sia un futuro, penso che il valore della Formula E salirà. In generale, è l’unico campionato con veicoli elettrici a batteria ad un certo livello in tutto il mondo. Vedremo come si sviluppa. Siamo felici di dare il nostro contributo alla Formula E e a sviluppare la serie, perché pensiamo ancora è che è importante spingere le corse elettriche”.

Seguici nel nostro nuovo canale Telegram interamente dedicato alla Formula E per non perderti nessuna news del campionato 100% elettrico!

Seguici anche sui social: InstagramFacebookTwitter

mm

Giada Di Somma

Appassionata di motori da sempre. Studio comunicazione a Roma e spero di poter rendere la mia passione un lavoro.