Formula E | Porsche rinuncia all’appello contro la squalifica: “Ma la FE impari da questo”

Porsche ha deciso di ritirare l’appello per riottenere la vittoria del primo E-Prix di Puebla conquistata da Wehrlein, ma si augura che FIA e Formula E possano sfruttare questo episodio per migliorare il sistema.

Porsche appello
Foto: TAG Heuer Porsche Formula E Team via Twitter

Alla fine è arrivato il dietrofront del team Porsche, che ha ritirato l’appello alla squalifica di Pascal Wehrlein e André Lotterer. I commissari di gara hanno squalificato i due piloti di Porsche – e di Nissan – dai risultati del primo E-Prix di Puebla per una violazione legata agli pneumatici.

Il team Porsche è stato accusato di aver erroneamente selezionato la spunta qualifiche e non gara al momento della registrazione delle pressioni delle gomme. Tuttavia, queste pressioni sono invariate tra qualifiche e gara, dunque l’unico errore degli uomini del costruttore di Weissach è stato quello di spuntare la casella sbagliata.


Leggi anche: Formula E | Di Grassi: “Ancora non ho contattato altri team ma non ho bisogno di aiuto dai vertici”


Porsche ha voluto ritirare l’appello per evitare di macchiare la reputazione sia del campionato che dello stesso marchio, ritenendo comunque sproporzionata la sanzione che i commissari hanno applicato. Agli occhi degli appassionati, ma anche degli addetti ai lavori, anche la tempistica è stata decisamente errata. La comunicazione di una infrazione tale poteva arrivare con largo anticipo, senza arrivare agli ultimissimi minuti dell’evento.

Il comunicato di Porsche

“Rimaniamo fermamente convinti che la penalità non sia adatta all’infrazione.” recita il comunicato del team Porsche. “Fa ancora davvero male che ci sia stata negata la nostra prima vittoria in Formula E all’E-Prix di Puebla. Allo stesso tempo, noi come squadra continuiamo a lavorare sodo per assicurarci di imparare dai nostri errori e di migliorare continuamente. Ci aspettiamo lo stesso approccio dalla FIA e dalla Formula E. Per Porsche è importante supportare la Formula E con l’obiettivo di fornire grandi corse automobilistiche, in particolare per i fan. Non è nel nostro interesse essere coinvolti in un processo prolungato e quindi danneggiare la Formula E e l’ambiente corrispondente. Ora guardiamo avanti e ci concentriamo sul prossimo E-Prix di New York City, in cui vogliamo sostenere le nostre prestazioni e sfidare ancora una volta in testa al campo”.

Quella di Wehrlein sarebbe stata la prima, meritatissima, vittoria della Porsche e del pilota tedesco nella categoria totalmente elettrica, mentre Lotterer era già fuori dalla zona punti. Porsche è quindi ferma in classifica al nono posto con 66 punti. Wehrlein è invece dodicesimo con 48 punti, solo diciannovesimo Lotterer con 18.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Seguici nel nostro nuovo canale Telegram interamente dedicato alla Formula E per non perderti nessuna news del campionato 100% elettrico!

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.