Formula E | Riduzione dei test nella stagione 2019-2020

Solo una giornata di test prevista nella stagione 2019-2020 di Formula E

Test Formula E
Credit: Formula E

Per la stagione 2019-2020 della ABB Formula E si terrà, probabilmente, un solo giorno di test in pista; aiutare i team partecipanti a ridurre ulteriormente i costi è fondamentale.
Nella stagione 2018-2019 sono stati effettuati tre giorni di test, rispettivamente a Ad Diriyah, Marrakesh e Città del Messico in successione allo svolgimento della gara. Sembra che, invece, sia stato raggiunto un accordo per una riduzione in questa stagione.

La possibilità di un “rookie test” a Marrakesh o a Città del Messico probabilmente verrà confermata per il 2020. Questa decisione è stata presa al meeting “Formula E Teams & Manufacturers Association”, tenutosi due settimane fa a Valencia.

Marrakesh, che ha ospitato questi test sia nel 2018 che nel 2019, dovrebbe essere la destinazione preferita dai team per dare spazio a due piloti al debutto nella serie completamente elettrica, in caso di conferma di questo appuntamento. La data più probabile è il 1 marzo 2020, ma non è ancora stata confermata.
La configurazione semi-permanente della struttura e il fatto che le auto e le attrezzature verranno direttamente trasportate via aereo all’evento successivo di Sanya, hanno influenzato al scelta del luogo.

I commenti sulla decisione

Frederic Bertrand, FIA circuit championship director, ha commentato la programmazione dei test della prossima stagione; sia la riduzione dei costi, sia il fatto che è già stata disputata una stagione intera con gli hardware di seconda generazione, sono stati fattori determinanti nella scelta della riduzione dei test.
Vogliamo ridurre i costi e penso non siano necessari troppi test al momento”.
“L’auto è ancora molto simile, più o meno un’evoluzione, quindi gestiamo ciò che è da gestire e non credo siano necessari molti test collettivi”.

Anche Jerome D’Ambrosio, pilota Mahindra, ha commentato sulla decisione:
“Ad essere onesto, penso che effettuare un giorno di test dopo un’intera gara sia molto pesante in termini di carico di lavoro per le squadre”.
“Penso sia importante avere un “rookie day” e ottimo per il campionato per dare qualche opportunità, ma questo è sufficiente, probabilmente la migliore decisione per la seconda stagione della auto di seconda generazione”.

Anche i giorni di test per i costruttori sono stati ridotti da 15 a 12 per la prossima stagione, nel periodo 1 gennaio – 1 ottobre 2020.

Seguici anche su Instagram@F1inGenerale

DTM | Aston Martin-Ufficiale la separazione da HWA