Formula E | Santiago E-Prix, analisi gara: Guenther e Mercedes i migliori a gestire il caldo

L’analisi di quanto è accaduto a Santiago del Cile, sede della terza gara del campionato di Formula E.

Analisi Formula E
Foto: Formula E Media Center

Il Santiago E-Prix è stata una delle gare più intense nella storia della Formula E, corsa con temperature torridi e senza interruzioni (salvo una breve Full Course Yellow) dall’inizio alla bandiera scacchi.
Uno degli highlights dell’evento è stato il confronto finale tra Guenther e Da Costa, conclusosi con il contro-sorpasso del tedesco a tre curve dal traguardo.
Andando ad analizzare il ritmo gara dei due protagonisti, è possibile comprendere le diverse dinamiche che hanno contribuito all’esito finale. Occorre precisare che sono stati presi in analisi solo i tempi dall’ottavo giro in poi, con lo scopo di eliminare le alterazioni dovute alla partenza e ai due giri sotto Full Course Yellow. analisi formula e

Il lungo confronto tra Guenther e Da Costa

La prima metà di gara dell’alfiere di DS-Techeetah è caratterizzata da grandi oscillazioni nei tempi sul giro, dovute ai sorpassi compiuti dal portoghese nel corso della sua rimonta. Spicca anche il tempo perso durante il confronto con il compagno di squadra Vergne, approssimabile intorno ai due secondi.
Eccezion fatta per i primi dieci giri invece, Guenther mostra un ritmo decisamente più costante. Questo, unito alla possibilità di viaggiare in testa senza rimanere bloccato dietro ad altre vetture nel traffico, ha permesso al tedesco di gestire meglio le temperature interne della sua BMW e di arrivare in condizioni migliori al duello finale.

Confronti Guenther-Da Costa, passo gara

Il diagramma a scatole e baffi permette di evidenziare ancor meglio la diversa costanza in gara dei due piloti. Il riquadro più allungato di Da Costa è indice di una maggiore dispersione dei tempi sul giro. Quello di Guenther invece sottolinea la grande ripetitività dei propri giri.

Analisi Formula E
Confronto Guenther-Da Costa: diagramma a scatole e baffi

Concentrando l’analisi più dettagliatamente nei dieci giri finali, è possibile osservare come il portoghese inizialmente spinga a fondo per recuperare terreno sul leader. Tale aggressività tuttavia innalza le temperature delle batterie e subito dopo aver sorpassato Guenther, Da Costa è costretto a rallentare fino a perdere nuovamente la posizione.
Il pilota di BMW invece continua a viaggiare col proprio ritmo, consapevole dell’importanza di gestire il surriscaldamento. Il tedesco ha mostrato grande freddezza, in quanto non si è fatto prendere dall’ansia e non ha spinto eccessivamente, nonostante la vettura glielo permettesse. Nel giro finale infatti, Guenther ha mostrato tutto il proprio potenziale, guadagnando fino a 2 secondi e mezzo su Da Costa.

Confronto Guenther-Da Costa: ultimi 10 giri

Ancora grande efficienza del powertrain Mercedes analisi formula e

Allargando l’analisi ai primi sei classificati, è interessante studiare i tempi nel secondo settore. Il tratto centrale della pista cilena infatti è caratterizzato dal lunghissimo rettilineo di curva 8. Esso è pertanto un banco di prova per la potenza e l’efficienza dei diversi powertrain.
Nell’arco dell’intera gara, si notano tempi simili tra i primi sei, con una maggiore dispersione dei dati per gli inseguitori, impegnati a lottare a centro gruppo.

Diagramma a scatole e baffi, tempi top 6 nel secondo settore

Gli ultimi cinque giri sono stati i più significativi per l’efficienza di motori e batterie, in quanto la gestione delle temperature e della carica residua ha raggiunto il suo apice.
Da Costa mostra il tempo medio più alto nelle tornate finali. D’altra parte, le due Mercedes detengono i tempi più bassi nel finale, con una media di oltre un decimo più bassa rispetto al vincitore.

Analisi Formula E
Medie tempi secondo settore top 6 nei cinque giri finali

La capacità delle due frecce d’argento di spingere a fine gara diventa ancor più impressionante se si considera che Vandoorne e De Vries hanno viaggiato per gran parte del tempo nel traffico.
Il pacchetto Mercedes quindi da ulteriori segnali di un grande equilibrio tra efficienza e potenza, legittimando ulteriormente la leadership nella classifica piloti.

Per tutte le news e gli approfondimenti sulla Formula E, seguici nel nuovo canale Telegram dedicato!

Pagelle Formula E | Santiago ePrix: The Rise of Günther

mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Ho lavorato nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.