Formula E | Seoul E-Prix – Gara: Evans vince e tiene vivo il sogno mondiale, ma che carambola ad inizio gara

Mitch Evans vince il Seoul E-Prix e continua a sperare nel mondiale guadagnando quindici punti su Vandoorne, quinto al traguardo. Fuori dai giochi Mortara in un E-Prix meno vivace del solito dopo la carambola di inizio gara.

seoul e-prix jaguar evans formula e

Tutto pronto per l’E-Prix di Seoul, penultimo appuntamento della Season 8 di Formula E che metterà anche un punto all’era delle vetture Gen2. Sono ancora aperti i giochi per entrambi i campionati, ma la Mercedes è saldamente in vantaggio in entrambe le classifiche. Stoffel Vandoorne avrà infatti il suo primo matchpoint proprio in qui in Corea del Sud, con 35 punti di vantaggio su Mitch Evans dopo le qualifiche.

Oliver Rowland ha brillato proprio nella sessione di qualifica, segnando una meritata Pole Position confermandosi il migliore sotto la pioggia, che dovrebbe essere protagonista anche in gara. Di Grassi partirà al suo fianco davanti ad Evans (undicesimo il compagno di squadra Nato che sostituisce Bird). Mortara scatterà dalla sesta piazza davanti al suo rivale Vandoorne.


Leggi anche: Formula E | Ufficiale: Lucas di Grassi firma per Mahindra


Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Seguici nel nostro nuovo canale Telegram interamente dedicato alla Formula E per non perderti nessuna news del campionato 100% elettrico!

Cronaca della gara

La pagina si aggiorna automaticamente ogni 90 secondi. La cronaca dell’E-Prix di Seoul di Formula E inizierà alle 8.55.

8:55 – Buongiorno e buon sabato: mancano 8 minuti allo spegnimento dei semafori per lo start dell’E-Prix di Seoul!

9:00 – Mentre scorrono le immagini della griglia, vi ricordiamo il numero di attack mode attivabili: due per la durata di quattro minuti.

9:03 – In corso il giro di formazione!

9:05 – I piloti si sono schierati, prossimo aggiornamento alla partenza.

Partenza – Pessimo spunto per Rowland che scende in terza posizione, Evans prova ad attaccare Di Grassi ma davanti dopo curva 1 c’è il brasiliano. Gran partenza di Giovinazzi, decimo!

-43:40 – Qualche problema per Di Grassi che ha ceduto sia a Evans che Rowland: gran mossa nella zona dello stadio per l’inglese della Mahindra che riguadagna una posizione.

-43:06Bandiera rossa! Carambola incredibile a centro-gruppo, coinvolti Cassidy, le NIO, Sims, Askew, Buemi e Lotterer. Molto pericolosa la posizione di De Vries, completamente sotto la vettura di Buemi e spinto anche da una NIO.

I piloti sono adesso scesi dalla vettura, incluso l’olandese.

Quest’immagine rende piuttosto bene quanto accaduto in questi primi attimi del Seoul E-Prix.

Immagine

Ecco il video dell’incidente. Top3: Evans, Rowland, Di Grassi.

Oltre alla grande partenza di Giovinazzi, sono da segnalare anche l’altrettanto buona partenza di Vergne da nono a sesto e quella meno buona di Wehrlein da quarto a ottavo.

Possiamo dire che l’halo ha fatto il suo lavoro, ancora? Sì.

Immagine

Rimossa la vettura di De Vries, manca solo quella di Turvey: seguirà poi il messaggio di Scot Elkins, direttore di gara, con l’orario della ripartenza.

Scot Elkins comunica che tra poco riprenderà la procedura di partenza.

Nato e Cassidy sono già all’uscita dei box in quanto doppiati. Li seguono la Safety Car e via via il resto della griglia che va a formarsi secondo l’ordine precedente alla bandiera rossa. Un po’ di agitazione nella stanza della direzione gara: Scot Elkins non sembra contento del modo in cui le squadre si stanno riposizionando in griglia.

Nato e Cassidy sono in pista e andranno ad accodarsi al resto dello schieramento in uscita dalla pit lane.

-42:00 – Riparte il cronometro, siamo in regime di Safety Car!

-41:15 – Rientrata la SC, riparte l’E-Prix di Seoul!

-40:20 – Giovinazzi passa Sette Camara ed è nono!

-39:28 – Fatica Sette Camara che cede anche a Da Costa, il quale entra in zona punti.

-38:00 – Evans è molto veloce ma Rowland tiene il passo alle sue spalle. Vandoorne avanza intanto in P6 passando il rivale in classifica Mortara, colpito da Jean-Eric Vergne che invece resta quinto.

-36:16 – Frijns ha passato Sette Camara per la P11.

-35:39 – Dennis attiva l’attack mode, è il primo a farlo! Al momento è quarto.

-34:18 – Penalità per Mortara, giudicato colpevole pur essendo stato tamponato per aver cambiato traiettoria più di una volta. 5 secondi per il pilota Venturi.

-33:20 – Intanto Di Grassi e Wehrlein hanno attivato l’attack mode.

-32:46 – Attack anche per Rowland e Vandoorne. Si perde poco su questo tracciato con l’attivazione della potenza extra.

-31:13 – “Safe to attack” viene comunicato ad Evans, che reagisce a Rowland e attiva l’attack mode senza perdere la posizione.

-29:40 – Errore per Giovinazzi che è scivolato in tredicesima posizione, alle spalle di Gunther che ha anche l’attack mode.

-28:00 – Continua a perdere terreno Giovinazzi, ora quindicesimo anche alle spalle di Sims (che lo ha tamponato) e Cassidy. L’italiano ora ha attivato il suo primo attack mode.

-26:25 – Primo attack anche per Vergne, Mortara e infine Nato nelle retrovie.

-24:20 – Dennis deve difendersi dall’attacco di Vergne che ha ancora un minuto di attack mode.

-22:51 – Mortara è intenzionato a riprendersi la posizione su Vandoorne.

-21:59 – Secondo attack mode per Evans che questa volta gioca d’anticipo rispetto ad Oliver Rowland. Penalità di cinque secondi per Sims per il tamponamento ai danni di Giovinazzi.

-20:05 – Pista ancora umida in alcuni tratti mentre si intravede qualche sprazzo di sole.

-19:20 – Vandoorne attacca Vergne e sale in P5.

-17:25 – 5 secondi di penalità per Nato.

-16:15 – Rowland e Di Grassi sono in attack mode tentando la caccia ad Evans che però sembra in gestione.

-15:15 – Wehrlein sfrutta l’attack mode per passare Mortara con una bella mossa: ottavo il tedesco.

-13:45 – Wehrlein raggiunge anche Vergne ma il suo attack mode è terminato, mentre quello di Vergne è appena iniziato. Davanti al francese attack mode anche per Vandoorne.

-12:25 – Evans ha un vantaggio di due secondi su Rowland, mentre Vandoorne segna il giro veloce. K.O. Mortara che deve spostarsi a causa di una foratura.

-10:53 – Mortara dice addio ai sogni di gloria parcheggiando la sua Venturi nella via di fuga.

-9:30 – Uno sconsolato Mortara è già sceso dalla macchina, visibile e giustificabile l’amarezza che traspare dal suo volto.

-8:07 – Dennis ha attivato l’attack mode e ha strappato il giro veloce a Vandoorne. L’inglese è ancora quarto con un buon vantaggio su Vandoorne, che al contrario ha Vergne incollato ai suoi scarichi.

-5:55 – Evans è in assoluta gestione: 22% di energia contro il 21% dei suoi primi tre inseguitori: Rowland, Di Grassi, Dennis.

-4:06 – Finisce anzitempo anche questa gara per Giovinazzi: dopo due tamponamenti, il #99 della Dragon era quindicesimo alle spalle di Nato.

-2:48 – Mentre la direzione gara comunica un’estensione di 45 secondi, Sims finisce in barriera. Full Course Yellow, secondo incidente della giornata per Sims.

-0:45 – Sims scende ora dalla macchina: con 90 secondi al termine più un giro possiamo dire che la gara si possa concludere qui. Safety Car in pista.

Inizia l’ultimo giro.

Bandiera a scacchi: Mitch Evans vince in Corea del Sud! Secondo Rowland che ritrova il podio, terzo Di Grassi nel suo 99° E-Prix. Ai piedi del podio Dennis e Vandoorne, out Mortara.

Immagine

Appuntamento all’E-Prix di domani, grazie per averci seguito!

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.