Formula E | Verrà incoronato anche il campione europeo

Grazie alla nuova collaborazione biennale tra la Formula E e la Voestalpine, a partire dalla prossima stagione verrà assegnato;anche un premio al pilota che otterrà più punti nelle gare europee.

Foto: The chequered flag

Per la prima volta nella storia all’interno di un campionato intercontinentale si disputerà un sottocampionato limitato alle sole gare europee.
Il pilota che realizzerà;più punti nelle gare europee verrà incoronato campionato del “Voestalpine european races”. Il premio verrà realizzato dalla Voestalpine, nuovo partner;della Formula E per i prossimi due anni. Il trofeo sarà realizzato con la tecnologia della stampa 3D, altra peculiarità che si aggiunge alla novità rappresentata dal nuovo campionato.

La corsa al titolo di campione europeo si articolerà su cinque appuntamenti. La gara inaugurale sarà proprio l’e-prix d’Italia a Roma il 13 Aprile. Seguiranno gli e-prix a Parigi, nella leggendaria Montecarlo e a Berlino. La gara finale sarà il 19 Giugno a Berna in Svizzera, dove il Motorsport è ritornato solo nella passata stagione dopo decenni di assenza. Se il campionato europeo fosse esistito anche nella passata stagione, il pilota Audi Lucas di Grassi si sarebbe laureato campione.

Il pilota brasiliano si è ritrovato quasi subito fuori dai giochi per il titolo complessivo di campione della Formula E a causa dei problemi di affidabilità che hanno;afflitto la sua Audi nelle prime gare. Il campionato europeo avrebbe quindi rappresentato nuovi stimoli alla sua stagione e allo stesso modo rappresenterà un’opportunità per tutti i piloti in difficoltà nella prima parte di campionato.

Il campionato europeo aggiungerà altre variabili a una serie già imprevedibile, fornendo nuovi stimoli ai piloti, nuove sfide e diversi temi di interesse all’interno di uno stesso e-prix.




La Voestalpine

La Voestalpine è un gruppo tecnologico austriaco che ha già realizzato componenti per motori e veicoli elettrici.
Wolfgang Eder, presidente del consiglio di amministrazione di Voestalpine AG, ha così commentato la notizia:

Foto: Voestalpine AG

“Insieme alla Formula E vogliamo sviluppare ulteriormente la mobilità elettrica di domani, preparando queste tecnologie pioneristiche per la produzione di massa. Vogliamo anche incoraggiare il trasferimento di tecnologia tra le case automobilistiche, i fornitori e gli sviluppatori. Attraverso la Voestalpine European Races intendiamo presentare al cliente finale, che userà queste soluzioni per la mobilità, una visione di una forma di mobilità ecologica, che sta progressivamente diventando realtà”.

Qualora il campionato europeo interno alla stagione dovesse riscuotere successo, non è da escludere che la FIA prenda in considerazione la possibilità di estendere l’iniziativa anche ad altri campionati.

Analisi di fine stagione | Red Bull in cerca di continuità

Lascia un voto
mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Lavoro nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.