GP Australia – Hartley: “Quella dell’Australia è probabilmente la corsa che più aspettavo.”

Manca sempre meno allo spegnimento del semaforo rosso che preannuncia l’inizio ufficiale della prima gara di questa nuova stagione del campionato di Formula Uno. Brendon Hartley GP Australia 2018

Ad oggi, mercoledì 21 marzo, tutte le squadre sono operative all’interno del proprio box e tutti i piloti sono impegnati con le tradizionali “track walk” per esaminare ogni millimetro di asfalto.

Tuttavia, prima della vera e propria azione in pista, i piloti vengono sommersi dalle innumerevoli domande da parte dei giornalisti di tutto il mondo incuriositi dalle motivazioni e dalle sensazioni che questo nuovo inizio fa nascere in ognuno di loro. Tra questi, c’è sicuramente Brendon Hartley, pilota della Scuderia Toro Rosso, motorizzata Honda.Dalle sue parole, emerge tutta l’eccitazione che si respira all’interno del paddock; egli infatti afferma: “Quella dell’Australia è probabilmente la corsa che più aspettavo. E’ la prima della stagione e sono passati diversi mesi per tutti noi lontani dalle gare, quindi c’è tanta adrenalina ed entusiasmo.”




Daniel Ricciardo si finge cameraman durante l’intervista a Brendon Hartley

Incalzato dai giornalisti, si è anche soffermato sull’apparente rivalità tra l’Australia e la sua nazione d’origine, la Nuova Zelanda, e sul suo sentirsi quasi a casa:;“Per me, tra l’altro, sarà quasi come un Gran Premio di casa. Chiaramente c’è una grande differenza tra Australia e Nuova;Zelanda e ogni volta che parli con un Aussie o un Kiwi, lo capisci piuttosto in fretta! Quando sono tornato a casa quest’inverno, ogni due o tre persone incontrate,;uno mi diceva che sarebbe venuto a vedermi in Australia,;quindi spero di poter vedere tante bandiere neozelandesi sulle tribune, sarà un momento speciale per me! Alcuni dei miei migliori amici sono australiani: c’è sempre questa rivalità, specialmente nello sport,;ma quando ci incontriamo lontani da casa, troviamo sempre molte cose in comune e andiamo molto d’accordo,;quindi non è una cattiva rivalità come la gente potrebbe pensare.”

Hartley fu chiamato da Helmut Marko la scorsa stagione per sostituire Pierre Gasly durante il Gran Premio degli Stati;Uniti, quest’ultimo impegnato con l’ultima gara della Super Formula giapponese. Dalla gara seguente, il Gran Premio del Messico, in virtù della sua buona prestazione,;Hartley fu confermato titolare fino alla fine del campionato in sostituzione di Daniil Kvyat. Quest’anno dunque sarà la sua prima intera stagione da titolare e, complice anche i miglioramenti mostrati dalla Toro;Rosso durante i test di Barcellona, siamo tutti impazienti di vederlo in azione.

Foto Toro Rosso
mm

Mary P

Studentessa di ingegneria meccanica, amo la velocità e il rosso dall'età di 5 anni. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.