Formula 1, GP Australia: dichiarazioni del team Mercedes

“Buona la prima” non è esattamente la frase che si può attribuire alla Mercedes dopo il Gran Premio d’Australia di stamattina. Ecco il punto della situazione fatto dagli esponenti della scuderia dopo la gara.

Sono arrivate le dichiarazioni del team Mercedes, dopo che la prima gara della stagione non è andato come previsto, nonostante il giro magico di Lewis Hamilton durante le qualifiche. Due gli episodi chiave della gara: la partenza di Bottas in quindicesima posizione e le incomprensioni della strategia Ferrari che ha permesso a Vettel di salire sul gradino più alto del podio. Vi abbiamo già fatto conoscere le parole di Hamilton, ora riportiamo quelle del secondo pilota Valtteri Bottas, di Toto Wolff e di James Allison.

2018 Australian Grand Prix, Sunday - Steve Etherington
Pit-stop Mercedes. Gran Premio d’Australia 2018.

Bottas
È stata una giornata un po’ frustrante. Ho ottenuto alcuni punti, ma non tutti quelli che speravo, anche partendo dal 15° posto in griglia. Abbiamo avuto una buona macchina, mi sono sentito come in qualifica, il team ha fatto davvero un buon lavoro. Sfortunatamente, non siamo riusciti a ricavarne nulla perché è molto difficile sorpassare su questa pista. Ho anche faticato un po’ a causa dei problemi di surriscaldamento del motore quando mi trovavo all’inseguimento delle altre macchine, quindi ho dovuto fare molte soste. È stato un weekend deludente e certamente non è la prima gara ideale, ma ci sono ancora 20 gare da disputare. Dobbiamo imparare da questo weekend e riprovare tra due settimane in Bahrain.

Wolff
La prima è andata ed è una pillola amara da ingoiare, per tutti noi. Dopo il pit-stop di Lewis, pensavamo di aver coperto gli scenari sia della Safety Car che della Virtual Safety Car, in modo che Sebastian non riuscisse a rientrare ed a superare Lewis in pista. Avremmo dovuto avere i nostri secondi di vantaggio, poi improvvisamente abbiamo visto sulle TV che non era così. Certo, dalla VSC a volte ne trai vantaggio e a volte lo perdi. È stato chiaramente un problema nostro e abbiamo bisogno di analizzarlo per capire cosa è successo e correggerlo. È ancora più frustrante perché oggi avevamo il ritmo per vincere. Lewis aveva il controllo durante lo stint di apertura, poi anche dopo il pit-stop, e cercava una bella vittoria, ma non è stato così.

Da parte di Valtteri, sapevamo che sarebbe stata una gara difficile da recuperare. I margini tra le squadre si stanno chiudendo e questo è uno dei circuiti in cui è più difficile superare. Ha fatto tre sorpassi in pista e ha anche beneficiato della VSC, ma poi è rimasto bloccato negli ultimi giri. Congratulazioni alla Ferrari per la vittoria di oggi; per noi è difficile, ma ci sono molte lezioni da imparare per poter tornare più forti la prossima volta.


Allison
Eravamo arrivati a Melbourne con grandi speranze, sarà per noi un lungo viaggio di ritorno, sapendo che non abbiamo dato il massimo come squadra. Il ritmo che abbiamo visto durante il weekend è stato promettente per la stagione, ma non conta nulla se non gestisci correttamente le carte che si hanno in gara. Oggi non l’abbiamo fatto. Dobbiamo analizzare i nostri errori e correggerli. Non vediamo l’ora di arrivare alla prossima gara e iniziare a sistemare le cose.

Formula 1, GP Australia: dichiarazioni del team Mercedes
Lascia un voto

Angelo Falcone

Studente di Ingegneria Gestionale da sempre affascinato dal progresso e dalla tecnologia. Passione per la F1, il marketing, la psicologia finanziaria ed il giornalismo. Autore presso F1 in Generale | Autore presso Italiamac | Caporedattore, Redattore e Web Developer presso Close-up Engineering. Stay Hungry Stay Foolish