Formula 1, GP Azerbaijan: l’analisi gara della Ferrari

Weekend partito bene ma finito non nel migliore dei modi per la Scuderia Ferrari. Ecco l’analisi della gara fatta da Ferrari e le parole di Maurizio Arrivabene sull’ultimo GP.

Finisce con un secondo posto per Kimi Räikkönen ed un quarto posto per Sebastian Vettel il Gran Premio che si tiene a Baku, capitale dell’Azerbaijan. Questa volta la fortuna non è stata dalla parte della Ferrari, che dopo la buona partenza di Vettel è stata subito costretta ad un pit stop per cambiare l’ala anteriore di Kimi a causa di un incidente con Esteban Ocon. Si arriva subito al giro numero 22, quando i meccanici Mercedes escono fuori dal Box e Hamilton si ferma. Siamo al quarantesimo giro quando succede di tutto! I piloti Red Bull combinano un vero e proprio disastro, così entra la safety car che toglie a Vettel la possibilità di vincere il GP. Primo posto che, dopo la foratura di Bottas, è andato a Lewis Hamilton che è passato in testa alla classifica del Mondiale.

GP Azerbaijan - Maurizio Arrivabene Ferrari
Maurizio Arrivabene, Managing Director & Team Principal. Fonte: Ferrari

Il “boss” di casa Ferrari, Maurizio Arrivabene, ha messo in evidenza come nonostante tutto l’auto è risultata competitiva in ogni situazione. Ecco le sue parole:

Come ieri, anche oggi la nostra vettura ha dimostrato di essere molto competitiva e in grado di far bene su ogni tipo di pista. Stavamo controllando la gara con Sebastian, ma i due interventi della safety car hanno vanificato il vantaggio. Kimi, dopo l’incidente al primo giro, ha rimontato fino al secondo posto e la squadra ha reagito con forza e freddezza già da venerdì. Ora guardiamo avanti, alla prossima gara in Spagna.

Download immagini Ferrari HD: IMG1, IMG2, IMG3, IMG4, IMG5

Angelo Falcone

Studente di Ingegneria Gestionale da sempre affascinato dal progresso e dalla tecnologia. Passione per la F1, il marketing, la psicologia finanziaria ed il giornalismo. Autore presso F1 in Generale | Autore presso Italiamac | Caporedattore, Redattore e Web Developer presso Close-up Engineering. Stay Hungry Stay Foolish