GP Bahrain 2018 – Le possibili strategie per la gara

Pole position per Sebastian Vettel nel Gran Premio del Bahrain. Grazie al tempo di 1m27.958s registrato nel Q3 con pneumatici supersoft, il pilota Ferrari ha firmato il nuovo record del circuito, migliorando il precedente record fissato da Bottas un anno fa su Mercedes. Vettel ha ritirato il Pirelli Pole Position Award, consegnato dal responsabile Car Racing di Pirelli, Mario Isola, al termine delle qualifiche. Strategie GP Bahrain

Sebastian Vettel Pole Position Award Strategie GP Bahrain

Vettel, Raikkonen e Bottas sono stati gli unici piloti a superare il Q1 su pneumatici soft (circa 6 decimi al giro più veloci rispetto ai supersoft), con le temperature asfalto che hanno sfiorato i 40° a inizio sessione per poi abbassarsi progressivamente.
Strategia alternativa per Hamilton, che subirà una penalità in griglia e partirà domani sera con pneumatici soft dopo averli usati per superare il Q2.

La Pirelli ha simulato e determinato le migliori strategie per la seconda gara della stagione.

Strategia più veloce:
  • 2 Pit Stop: 1 stint con SuperSoft (15 giri) + 2 stint su Soft (2 x 21 giri)
Seconda strategia più veloce:
  • 2 Pit Stop: 2 stint con SuperSoft (2 x 17 giri) + 1 stint con Soft (23 giri)
  • 1 Pit Stop: 1 stint con SuperSoft (24 giri) + 1 stint con Soft (33 giri – occhio al degrado)
Terza strategia più veloce:
  • 1 Pit Stop: 1 stint con Soft (32 giri) + 1 stint con Medium (25 giri)

 


Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo.

GP Bahrain 2018 – Le possibili strategie per la gara
Lascia un voto
mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.