GP Bahrain – Hulkenberg: “C’è il potenziale”. Sainz: “Da migliorare l’entrata in curva”

I piloti della casa francese si sono trovati a loro agio con la neonata vettura nel venerdì di prove del desertico caldo del Bahrain. Renault Hulkenberg FP2 Sainz

Nico Hulkenberg ha fatto registrare il settimo miglior tempo nelle FP2, con il tempo di 1:31.220, distanziando Carlos Sainz di quattro decimi.

Alan Permane, direttore sportivo dei transalpini, si è soffermato sul programma delle prove libere: “In FP1, Nico ha provato per prima un setup a medio-alto carico aerodinamico, per poi cercare un’adeguata messa a punto della monoposto prima con pneumatici Pirelli Soft, per poi effettuare uno stint con Pirelli SuperSoft. Carlos ha anch’egli iniziato la sessione trovando un setup a medio-alto carico, usando però, a differenza di Nico, prima gomme Pirelli Medie le gomme SuperSoft. Nella FP2, entrambi i piloti hanno condotto un’ulteriore valutazione del setup generale correlato all’usura dei pneumatici, con Carlos che utilizzava le Soft e le SuperSoft, mentre Nico ha provato i long run con le mescole Medium e le SuperSoft, in vista di capire le miglior strategia di base da utilizzare in gara.”

Molto fiducioso è apparso Nico;Hulkenberg, costantemente in Top10, trovando un certo feeling con la vettura dopo le 52 tornate complessive del venerdì di prova:;“Un bel venerdì: abbiamo fatto progressi durante tutta la giornata. Speriamo in un ulteriore passo in avanti durante la notte con l’elaborazione dati per riprendere da dove abbiamo lasciato oggi. Sono felice con il comportamento della macchina, ma c’è sicuramente un ulteriore potenziale di miglioramento, da raggiungere nella giornata di domani “.

Un Carlos;Sainz più serioso, dati i 4 decimi di distanza dal compagno di scuderia, ha invece commentato così la sessione di prove libere del venerdì:;”Un venerdì piuttosto impegnativo, come sempre in Bahrain,;poiché abbiamo lavorato sulla comprensione ed il comportamento dell’auto in entrambe le sessioni. Abbiamo guadagnato molto grip nel corso della giornata ed è stato difficile da mettere a punto la parte posteriore dell’auto con il giusto equilibrio per tutte le diverse velocità d’entrata in curva,;ma nel complesso penso che sia un buon punto di partenza per il fine settimana. ”

Nick Chester, Direttore tecnico ha altro da aggiungere sul lato tecnico:;“Abbiamo raccolto molti dati, e confrontato quelli aerodinamici risultati positivi con i diversi aggiornamenti portati qui a Sakhir, tra i quali la nuova carenatura Halo. Nella FP2 abbiamo completato i soliti confronti tra le varie mescole. Analizzeremo ora i nostri dati per identificare dove possiamo migliorare in vista delle FP3 e delle qualifiche “.

Foto Renault Sport F1


GP Bahrain – Hulkenberg: “C’è il potenziale”. Sainz: “Da migliorare l’entrata in curva”
Lascia un voto

Davide Filotrani

Da Ascoli Piceno (AP), Marche. Grande appassionato di motorsport ed in particolare di Formula 1, WEC e Rally. Amante ed esperto della magica storia della Formula 1 degli anni 70. Mi impegnerò a trasmettervi questa mia passione per i motori scrivendo numerosi articoli. #staycalm and #pushhard