GP Bahrain – Renault a punti ma non all’altezza delle aspettative

In Bahrain la scuderia francese ottiene punti con un buon sesto posto di Hülkenberg, ma Sainz non va oltre l’undicesima posizione, e in gara alcune cose non hanno funzionato. Renault Sainz Bahrain Hulkenberg

Foto: Renaultsport.com

Il secondo round del mondiale permette alla Renault di accumulare altri punti in classifica, anche se, visti i ritiri delle Red Bull e di Raikkonen, l’occasione era davvero ghiotta per poter arrivare in Cina con qualche punto in più. Proprio come in Australia, ad andare a punti è Nico Hülkenberg. Il tedesco chiude al sesto posto una gara in continua lotta ed amministrata al massimo delle sue possibilità.

Si piazza undicesimo, appena fuori dalla zona punti invece Carlos Sainz, molto deluso per la sua prestazione: “Alla fine ho cercato di sopravvivere perché le mie gomme morbide erano finite e ho dovuto effettuare molto fuel saving. Dobbiamo analizzare cosa è successo alla partenza, perchè gli pneumatici hanno avuto molto slittamento, e da lì la gara era già compromessa. Mi sono ritrovato nel traffico dopo entrambe le soste e non abbiamo potuto fare molto. Onestamente è stata una giornata difficile, ma per fortuna il prossimo weekend saremo in Cina e potremo tornare a lottare per i punti”.

Di ben altro umore il compagno Nico Hülkenberg, anche se non completamente felice: “Abbiamo ottenuto il massimo in gara oggi, ed è molto positivo. Non avevamo realmente il ritmo per competere con le auto davanti a noi e questo mi ha lasciato un po’ di disappunto. Quella di oggi è stata una gara molto impegnativa. Il nostro obiettivo era quello di risparmiare carburante mentre cercavamo di competere con le altre vetture e penso che abbiamo gestito il tutto abbastanza bene stasera”.

Non troppo soddisfatto anche il team manager Abiteboul: “Carlos è stato penalizzato dalla cattiva partenza ed ha finito la gara appena fuori la zona punti. È frustrante, ma ha fatto il massimo possibile dovendo gestire il carburante. Nico ha guidato bene su una pista che è difficile per noi. Il suo sesto posto ci pone in una buona posizione nella classifica costruttori, in linea con i nostri obiettivi. Il ritmo gara però non è stato molto buono, specialmente con le gomme soft. Dobbiamo analizzare, capirne i motivi, e migliorare il prima possibile”.