GP Bahrain, Ricciardo: “Gare in notturna più difficili, ma sono positivo”

Con l’arrivo del Gran Premio del Bahrain, che verrà immediatamente seguito da quello in Cina, il momento di assestamento per squadre e piloti è giunto al termine. Ricciardo GP Bahrain 2018
Daniel Ricciardo – Foto Red bull

L’australiano della Red Bull, reduce da un risultato decisamente positivo nella gara di casa, si mostra contento di poter correre due Gran Premi a distanza di una sola settimana:;“in qualsiasi caso, dopo la prima di due gare consecutive sei portato a voler correre di nuovo: se hai un buon risultato nella prima vuoi che questo andamento continui e, viceversa, anche se il primo di questi weekend ti va male vuoi recuperare subito nell’altra gara. Per me è perfetto”.

Parlando del Bahrain Ricciardo afferma: “mi piace molto. Il clima è caldo, il paddock moderno, l’hotel è fantastico ed è una gara che mi godo sempre dopo quella più impegnativa in Australia”.

Il circuito di Sakhir è conosciuto per essere uno dei più scenografici del calendario, soprattutto perché la gara viene corsa in notturna; dall’altro lato, come spiega il pilota di casa Red;Bull, questo può influire sulle condizioni di gara:;“le sessioni di prove libere sono di giorno, con il caldo, ma i momenti più importanti, come le qualifiche e la gara, sono di sera:;la temperatura dell’asfalto scende, quindi bisogna lavorare molto sull’assetto. Normalmente se sei veloce non vuoi toccare la monoposto, ma in Bahrain siamo obbligati a farlo perché le condizioni di notte cambiano molto”.

Si tratta di una pista che nonostante le insidie piace molto all’australiano, che ha ottenuto il miglior piazzamento personale, il quarto posto, nel 2014 e nel 2016:;“ho sempre corso bene su questo circuito e spero che continui così”.


GP Bahrain, Ricciardo: “Gare in notturna più difficili, ma sono positivo”
Lascia un voto
mm

Martina Andreetta

Studentessa di lingue e comunicazione con una grande passione per il motorsport. Un giorno sogno di far parte di questo mondo.