GP Brasile | Lance Stroll: “Non abbiamo sviluppato la macchina dall’Australia”

Il giovedì di Interlagos ha visto i piloti impegnati nelle classiche interviste pre-weekend. A prendere la parola in sala stampa, oggi, sono stati Brendon Hartley, Kevin Magnussen, Lance Stroll, Marcus Ericsson e Stoffel Vandoorne. Il giovanissimo pilota canadese, al momento impegnato in una insoddisfacente stagione in Williams, non ha avuto remore a descrivere le difficoltà all’interno del team. GP Brasile

GP Brasile
formula1.com

Argomento preponderante della breve sessione stampa è stato il futuro dei piloti. Con Magnussen confermato in Haas, Ericsson in IndyCar e Vandoorne in Formula E, il 2019 vede grosse novità nel circus. Molto più prevedibile appare il destino di Stroll, dopo l’acquisto della Force India da parte di suo padre. Nonostante il suo scontato passaggio nel team di Lawrence Stroll, il canadese continua a non sbilanciarsi prima di un annuncio ufficiale.

“Per ora c’è da concentrarsi sulla fine della stagione. Mancano ancora due gare, poi vedremo cosa mi riserva il futuro. Per quanto riguarda un qualunque tipo di annuncio, potrebbe arrivare quest’inverno come nelle due prossime settimane. Si vedrà.”

A conclusione della sua seconda stagione in Formula 1, Stroll comincia a fare un bilancio della sua esperienza nella storica scuderia inglese e al fianco di autentici mostri sacri della categoria come Felipe Massa e Robert Kubica.

“In F1 ci sono tantissimi fattori che determinano le mie ambizioni rispetto alla carriera. Innanzitutto dipende dalla macchina. A livello di performance non siamo mai stati competitivi, e abbiamo portato a casa pochissimi punti. Cerco di raccogliere quanta più esperienza da questa situazione e mi concentro giorno per giorno.”

“Più che gareggiare, ogni weekend cerchiamo di sopravvivere, ma quasi sempre non superiamo la Q1. La macchina non è stata minimamente sviluppata dall’inizio della stagione in Australia, e senza upgrade non possiamo competere con nessuno. Vedere la Sauber, che all’inizio della stagione se la giocava con noi, così avanti adesso in termini di miglioramento è dura. In ogni caso, ho fatto del mio meglio per crescere e maturare come pilota, anche in una situazione avversa.”

gP Brasile

F1 | Gp Brasile – Sebastian Vettel: “Vorrei vincere le ultime due gare, anzi avrei voluto farlo prima.”

GP Brasile | Lance Stroll: “Non abbiamo sviluppato la macchina dall’Australia”
Lascia un voto
mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, appassionata di motori sin da bambina. Studio Giurisprudenza e nel tempo libero commento e analizzo la Formula 1 sul blog Instagram @theracingchick.