GP Cina – Con un fraintendimento si conclude il weekend deludente della Toro Rosso

Dopo una grande prestazione in Bahrain, appena pochi giorni fa, a Shanghai la Toro Rosso è stata protagonista di un weekend molto più difficile e scarso di risultati. Toro Rosso GP Cina

Brendon Hartley e Pierre Gasly – Foto: Red Bull Content Pool

Al team di Faenza è mancato il ritmo per l’intero weekend e si è ritrovato a lottare tra le ultime posizioni dello schieramento sia in qualifica che in gara. Se ciò non bastasse, un’incomprensione tra i due piloti ha causato un contatto durante la gara e il danneggiamento di entrambe le monoposto.

Al pilota francese, giudicato colpevole, è stata combinata una penalità di 10 secondi e 2 punti di penalità sulla patente piloti.

Dai un’occhiata all’ultimo aggiornamento del Tabellone 2018

 

La Toro Rosso è attualmente sesta nel campionato costruttori con 12 punti, davanti ad Haas, Sauber, Force India e Williams.

Le parole di Pierre Gasly (Partenza: P17 → Arrivo: P18)

“In generale, per noi, è stato un fine settimana difficile. Da sabato mattina in avanti non abbiamo mai trovato il giusto ritmo. Sapevamo che la gara sarebbe stata difficile dopo le performance in qualifica e la monoposto è stata complicata da gestire. In gara le cose non sono andate bene per noi, quindi dobbiamo analizzare i tanti dati raccolti nei due weekend e cercare di capire perché eravamo veloci in Bahrain e perché abbiamo faticato a Shanghai.”

“Mi scuso con Brendon per quel contatto che abbiamo avuto, la squadra mi aveva detto che stavamo per scambiarci le posizioni, quindi sono andato verso l’interno sul rettilineo, pensando che mi avrebbe lasciato spazio. Sfortunatamente, non penso che mi abbia visto e una volta dentro non potevo più fare nulla. Abbiamo perso tanto tempo, ho danneggiato la mia ala anteriore e ho avuto lo sterzo piegato fino alla fine della gara, quindi è stato davvero difficile guidare e non abbiamo potuto fare molto da lì. C’è tanto lavoro da fare per prepararci alla gara di Baku, una pista che conosco e che mi piace, non vedo l’ora di andarci”.

 

Brendon Hartley e Pierre Gasly – Foto: Red Bull Content Pool


Le parole di Brendon Hartley (Partenza: P15 → Arrivo: DNF)

“Per noi è stata una giornata molto dura. All’inizio della gara non avevo grip sulle UltraSoft e questo ha compromesso la nostra strategia. Partendo quasi dal fondo dello schieramento abbiamo voluto provare delle strategie alternative per giocarci meglio le nostre chance, ma sfortunatamente non ha funzionato”.

“Penso che l’incidente con Pierre sia dovuto a un fraintendimento. Il team ha chiesto di scambiarci le posizioni, perché eravamo su strategie completamente differenti, quindi avevo programmato di lasciarlo passare all’uscita della curva 14, come avevo fatto già all’inizio della gara, ma sono stato colpito poco prima del punto di corda. Poi, sul finire della gara, la squadra ha notato un problema al cambio e mi sono ritirato. Insomma, è stato un lungo pomeriggio”.

Le parole di Franz Tost (Team Principal)
Franz Tost – Foto: Red Bull Content Pool

“Prima di tutto, congratulazioni alla Red Bull per questa fantastica vittoria. È stata una scelta strategica fantastica e Daniel Ricciardo ha sfruttato al volo l’occasione, aveva tutto sotto controllo per vincere la corsa. Sfortunatamente, la Toro Rosso non è andata bene. Abbiamo faticato fin dall’inizio di questo weekend, eravamo vicini al fondo dello schieramento e durante la gara non siamo riusciti a trovare il passo di cui avevamo bisogno”.

 

“Oltre a questo, i nostri due piloti sono arrivati al contatto per un fraintendimento, è stato un vero peccato. Alla fine della gara, abbiamo rilevato un problema al cambio sulla monoposto di Brendon e quindi ci siamo dovuti ritirare. Speriamo di individuare il motivo di questa brutta prestazione ed essere più competitivi a Baku”.

GP Cina – Con un fraintendimento si conclude il weekend deludente della Toro Rosso
Lascia un voto
mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.