GP Cina – Renault a punti con Hulkenberg e Sainz. Abiteboul: “Stiamo raggiungendo i motori Ferrari e Mercedes.”

Il team francese finisce a punti con entrambe le vetture per la seconda gara consecutiva, ponendosi a soli 3 punti dal quarto posto costruttori. Il sesto posto di Nico Hülkenberg e il nono di Carlos Sainz soddisfano piloti e team. GP Cina Renault 

In una gara ricca di colpi di scena, Renault porta di nuovo a casa punti con entrambe le vetture. Nico Hülkenberg e Carlos Sainz, capaci di una gara solida e concreta, hanno avuto un andamento molto simile. I due piloti, dopo un primo giro molto movimentato, hanno avuto una buona gestione gomme ed hanno effettuato la seconda sosta sotto regime di Safety Car. Nel finale, Carlos Sainz è arrivato molto vicino a Sebastian Vettel, senza però riuscire a superarlo.

Foto: Renault Sport

 

Grazie alla sesta posizione di Hülkenberg e alla nona di Sainz, Renault torna a casa dalla Cina con un bottino di 10 punti, risultato con cui consolida il quinto posto in classifica costruttori. Il team francese, con 25 punti iridati, si trova così a sole tre lunghezze dalla McLaren.

Le parole di Nico Hülkenberg

“Tutti sembravano avere un basso grip al via, con le macchine che scivolavano su tutta la pista” ha commentato il pilota tedesco sulla situazione nelle prime concitate fasi di gara.

Nico Hulkenberg GP Cina 2018 – Foto: Renault Sport

“Eravamo su una strategia di due soste fin dall’inizio, così dovevamo far durare la gomma e nel frattempo mantenere un buon passo. La scelta ha pagato, la Safety Car ha giocato a nostro favore e ha reso le cose più semplici, ma anche senza Safety Car saremmo stati davanti. Il passo gara oggi è stato buono e siamo stati i primi del gruppo centrale, quindi non è stata una brutta giornata nel complesso. Portiamo a casa otto punti dopo una gara molto divertente!”

Le parole di Carlos Sainz

“Di nuovo doppi punti per il team quest’anno, ottimo lavoro! Ho avuto una partenza molto buona, sono riuscito ad affiancare una delle Red Bull che però mi ha spinto fuori pista, facendomi finire un paio di posizioni dietro Nico.”

GP Cina Renault
Carlos Sainz GP Cina 2018 – Foto: Renault Sport

Lo spagnolo ha continuato parlando della gestione gara. “Da quel momento in poi abbiamo gestito per coprire la strategia di due pit stop, con l’aiuto della Safety Car. Nel mio ultimo stint, trovandomi nel traffico dietro Alonso e Magnussen, le mie gomme hanno avuto troppo degrado e ho dovuto conservarle per avere un’opportunità migliore nel finale. Sono arrivato veramente vicino a Vettel, con un giro in più l’avrei superato. Nel complesso sono contento di ottenere più punti, ma devo ancora lavorare molto con i miei ingegneri per prendere piena confidenza con la macchina.”


Le parole di Cyril Abiteboul, Team Principal

“Oggi è stata ovviamente una buona giornata per il team, con un risultato che mostra che stiamo crescendo. Abbiamo avuto buone prestazioni in qualifica, con entrambe le vetture in top ten. In realtà però, questa cosa ci mette in una posizione difficile per la strategia di gara. Infatti sapevamo di dover fare due pit stop, mentre i rivali intorno a noi erano in una posizione tale da poter completare la gara con una sola sosta. Ma grazie ad un primo giro ottimo e ai tanti sorpassi, tutti molto puliti, dei nostri piloti, siamo riusciti nell’intento.”

“La Safety Car ci ha leggermente aiutato, ma non credo sarebbe cambiato molto”, ha continuato il Team Principal Renault. “La squadra sta crescendo e diventando più forte su tutta la linea. Il nostro passo gara è stato incoraggiante, così come lo è stata la vittoria di Daniel Ricciardo. Abbiamo mostrato che la power unit Renault sta arrivando ed è un motore in grado di vincere gare.”

GP Cina Renault
Foto: Renault Sport

 

mm

Emanuele Di Meo

Laureando in Ingegneria Meccanica con una grande passione per la Formula 1. Seguo con particolare interesse anche la Formula 2. Admin della pagina Instagram @vuliusgp.