GP Monaco – Sintesi FP2: Red Bull ancora imbattibili, ma è Vettel a mettere le ali nel passo gara

Le valutazioni sul passo gara durante questa seconda sessione di prove libere, può essere decisiva per la scelta delle gomme alla partenza di Domenica. GP Monaco Sintesi FP2 

Durante la seconda sessione di prove libere è stato importante valutare il potenziale delle gomme rosa, le HyperSoft durante la simulazione di passo gara. Durante la mattinata infatti si è notato un degrado della gomma. Queste valutazioni andranno fatte per considerare la possibilità di superare il Q2, e quindi partire in gara, con gomma UltraSoft.

Questa sessione di prove libere è stata sospesa con la bandiera rossa dopo mezz’ora dall’inizio. La causa è stata ritrovata in un tombino, che è stato saldato per evitare problemi, come si è visto la stagione passata. La sessione è stata quindi ripresa quindici minuti dopo.

L'immagine può contenere: una o più persone

Anche per questa seconda sessione di prove libere, sono le due Red Bull a far segnare i due tempi più veloci. Davanti c’è Daniel Ricciardo con un tempo di 1:11.841, seguito da Max Verstappen in 1:12.035. Le due Red Bull, durante il corso della giornata hanno avuto problemi con il DRS. Questo pomeriggio l’ala mobile di Max Verstappen non si apriva correttamente. Inoltre l’olandese ha avuto un contatto con Romain Grosjean, ma fortunatamente non ci sono stati problemi.

L’incomprensione di Verstappen e Grosjean

Il terzo tempo è stato segnato dalla Ferrari di Sebastian Vettel in 1:12.413, mentre il compagno di squadra Kimi Raikkonen ha terminato la sessione in quinta posizione con un tempo di 1:12:543. A sandwich tra le due Ferrari c’è la Mercedes di Lewis Hamilton. Valtteri Bottas invece ha registrato il sesto tempo con un 1:12.642.

A seguire troviamo la Renault di Nico Hulkenberg in 1:13.047, staccando il compagno di squadra, Carlos Sainz di due decimi (1:13.200), in decima posizione. Successivamente in ottava e in nona posizione troviamo rispettivamente Vandoorne (1:13.077) e Alonso (1:13.115).

Top 10

L’unicesima posizione è di Hartley con un tempo di 1:13.222, mentre il compagno di squadra, Gasly, si trova al quattordicesimo posto (1:13.410). Tra le due Toro Rosso troviamo le due Force India in dodicesima e tredicesima posizione, con i tempi di 1:13.370 (Perez) e 1:13.382 (Ocon).

A chiudere la classifica ci sono le due Williams con Sirotkin in quindicesima posizione (1:13.547), staccando il compagno Stroll (in diciannovesima posizione) di mezzo secondo; le due Haas di Magnussen e Grosjean (sedicesima e diciottesima posizione) e per finire le due Alfa Romeo Sauber di Leclerc in diciassettesima posizione e di Ericsson in ventesima posizione.

Analizzando il passo gara con HyperSoft e UltraSoft, il migliore è stato Sebastian Vettel, unico a scendere sotto il muro del minuto e 15 secondi. Il secondo team sembra la Red Bull che ha provato solo le HyperSoft, più indietro la Mercedes un po’ in crisi con le gomme SuperSoft.

Monaco Sintesi FP2
Ecco la classifica della seconda sessione di prove libere

Foto: F1.com

GP Monaco – Sintesi FP2: Red Bull ancora imbattibili, ma è Vettel a mettere le ali nel passo gara
Lascia un voto

Veronica Bettinelli

Studentessa di Comunicazione che passa più tempo a guardare Formula 1, di quanto ne passa a studiare.