GP Monte Carlo – Le parole in conferenza stampa di Vettel, Hamilton, Leclerc e Grosjean [PARTE 2]

Comincia dal mercoledì il nuovo appuntamento del campionato di Formula 1 2018 che fa tappa nel Principato di Monaco. La gara più glamour, più chic, più affascinante del Circus si appresta a sfidare piloti e team con il suo layout ostico e ricco di insidie. Una gara che da sempre segna la storia della Formula Uno ma, soprattutto, esalta le abilità e qualità dei singoli piloti. Conferenza Stampa GP Monte Carlo

Conferenza Stampa GP Monte Carlo Parte 2

Conferenza Stampa GP Monaco 2018

PARTE 2

Q: “La Pirelli porta per la prima volta qui le HyperSoft, cosa vi aspettate per il Gran Premio?”

Charles Leclerc 🇲🇨: “Abbiamo avuto l’opportunità di provare alcune volte queste gomme già durante i test, è un salto molto importante tra l’UltraSoft e l’HyperSoft, molto più grande rispetto al passaggio tra le altre mescole, però è anche una gomma piuttosto solida. La testeremo qui durante le prove libere e valuteremo cosa fare in gara.”

Sebastian Vettel 🇩🇪: “Durante le gare ancora non le abbiamo avute, nei test c’era freddo ma la prima idea ce la siamo fatti durante i test di Abu Dhabi dove c’era più caldo ed è stato interessante;è una gomma più veloce e quindi più divertente. Non credo che duri tanto però qui a;Monaco l’usura è molto bassa se paragonata a quella;di una pista normale. Quindi dovrebbero andar bene e dovrebbero essere;più veloci, credo questo sia il motivo per cui molti hanno scelto le gomme hypersoft.”

Lewis Hamilton 🇬🇧: “Immagino che ci saranno dei record. Sono state riasfaltate alcune aree della pista. Era già molto, molto avvincente l’anno scorso e penso che l’HyperSoft sia… l’ho solo guidato, penso che alla fine dell’anno scorso;forse, ad Abu Dhabi, soltanto per un veloce;run, quindi non ne so molto, sono entusiasta di tornare;in pista perché so che all’epoca si sentiva benissimo dopo il giro, qualunque cosa fosse. Quindi, penso che sia;molto meglio di tutti gli altri pneumatici che abbiamo provato.

Romain Grosjean 🇫🇷: “Le ho testate nei test di Barcellona della scorsa settimana e sono state;veloci, e sono rimasto sorpreso di quanto fossero consistenti in alcune occasioni. Non vedo l’ora di provarli qui – ma sicuramente sono le gomme che danno il miglior feeling.

Q: “Lewis, hai parlato un po’ delle difficoltà che ti aspetti qui. E il cambiamento in corso in Spagna e quanto bene fossero andati bene i test. Quanto è trasferibili la performance di Barcellona qui e in altre gare, quanto sei sicuro di aver fatto un guadagno fondamentale, sia nel setup sia nel modo in cui stai capendo la macchina?”

Lewis Hamilton 🇬🇧: “Credo che per tutto il weekend nell’ultima gara abbiamo raccolto tante informazioni ma già nelle prime 5 gare abbiamo imparato tanto; sappiamo quali sono i nostri obiettivi e abbiamo compreso molto più a fondo i problemi che avevamo, stiamo lavorando sodo per risolverli e credo che siamo lavorando nella direzione giusta. Abbiamo corretto tutto? Lo scopriremo. Mi sento bene, c’è stato un sacco di lavoro in;corso: un sacco di stress; molto sforzo nel lavoro di tutti. Tutti cercano solo di fare del loro meglio e metterci al passo. Ovviamente la nostra competizione è stata molto, molto forte nelle prime cinque gare,;ma è su e giù da una gara all’altra. Ma penso che le prime cinque gare siano sempre davvero … è sempre molto difficile perché è solo una curva di apprendimento. Una curva di apprendimento molto ripida ogni anno,;anche se abbiamo quel;test invernale. Non posso dirvi cosa accadrà d’ora in avanti però sono fiducioso sul fatto che;faremo il miglior lavoro possibile per massimizzare i nostri risultati.”

Grosjean

Q: Gli organizzatori hanno deciso di riportare le grid girls per questo weekend, vorrei sapere quale sia la vostra posizione sulla decisione originale, ossia quella di rimuoverle, e su questa contro decisione.

Romain Grosjean 🇫🇷: “È un argomento un po’ spinoso, quando sono state rimosse ho pensato che fosse una cosa positiva per le donne del ventunesimo secolo non essendo trattate più come un oggetto. Però qui a Montecarlo è sempre stata una gara diversa.”

Lewis Hamilton 🇬🇧: “Credo che le donne siano la cosa più bella del mondo. Ci sono state delle gare in cui abbiamo avuto dei ragazzi davanti alle macchine e altre volte in alcune gare del passato c’è stato un mix di entrambi. Credo che Montecarlo sia una gara molto elegante, non ho un’idea molto precisa e;soprattutto non so bene cosa ne pensino le donne di questa situazione. Se ci sono delle donne belle sulla griglia credo che rispecchino il Gran;Premio di Monaco ma non penso che si debba spingere per una situazione dove le donne possano sentirsi a disagio. Se così fosse non dovremmo essere favorevoli alle donne in griglia, se così non fosse perchè no?”

Leggi la nostra intervista esclusiva ad una grid girls: Luna Spada: “Via le grid girls? Strategia usata per raccogliere consensi”

Sebastian Vettel 🇩🇪: “Credo che tutta la situazione sia stata gonfiata in modo non necessario perchè non credo che in passato le grid;girls siano state costrette a farlo, anzi credo che;si divertissero a fare quello che facevano. Sono d’accordo con Lewis: credo che le donne siano bellissime,;se fossero ragazzi non mi interesserebbero anche se non ho nulla contro di loro ma non me ne importava più di tanto, in conclusione, penso che oggi sia troppo complicato. Penso che tutte le donne che hanno preso parte alla griglia in passato lo hanno fatto perché lo vogliono. Sono sicuro;che se chiederai a qualsiasi ragazza della griglia di domenica;se saranno felici di rimanere lì, la loro risposta sarà sì. Non penso che ci sia qualcuno che li costringa a farlo. Non credo ci sia bisogno;di fare troppi drammi a riguardo, tante volte si parla e si crea rumore sul nulla.

Charles Leclerc 🇲🇨: “Direi che la mia opinione è piuttosto simile a quella di Seb. Credo che sia stato positivo riportare le ragazze in pista,;anche se ho la fidanzata e quindi non dovrei dirlo, mi metterò nei guai. È bello avere anche dei bambini, io stesso porterò mio cugino qui in griglia. Ho visto quanto fosse felice di essere scelto come uno dei bambini – ed è bello vederlo. Ed è una grande idea avere anche dei bambini sulla griglia.”

Hamilton



Q: “Domanda per Lewis: cosa ne pensi del Royal;Wedding? Pensi che il fatto che la Famiglia Reale si sia aperta alla varietà e alla diversità, possa farlo anche la Formula Uno?

Lewis Hamilton 🇬🇧: “Non vedo un legame tra le due cose onestamente. Ho guardato tutto;il weekend con un sorriso stampato sul volto, credo che sia stato bellissimo vedere un cambiamento così positivo e vedere quanto felici entrambi fossero. Credo di essermi sentito molto fiero per loro, io;lo ero, la mia famiglia lo era, tutto il mondo credo abbia provato questo sentimento perchè è sempre bello vedere positività e cambiamento. Il fatto che ci sia della diversificazione all’interno della Famiglia Reale credo che sia un fattore molto importante,;la;gente forse non se ne rende conto appieno; anche in chiesa si è visto un mix tra i vari ministri di fede e la musica. E’ stato un weekend grandioso anche soltanto guardare;persone così;ricche di talento che parlavano e vedere questa coppia top che usciva dalla chiesa. Non sono un grande appassionato di matrimoni, ma questo è stato bellissimo e;in Inghilterra è stato un qualcosa di sentito.”

Vettel

Q: “Domanda per Seb e Lewis. Charles è qui con voi ed è arrivato in questa stagione con grandi aspettative. Voi avete attraversato un po’ la sua stessa situazione, cosa gli consigliate per gestire tutta questa pressione? E cosa vi aspettate dalla sua crescita?”

Sebastian Vettel 🇩🇪: “Credo di non aver mai avuto queste aspettative così alte perchè non ho vinto la Gp2. La pubblicità ricevuta da lui è abbastanza giustificata,;se non si parlasse bene di lui di chi dovremmo farlo? Credo che abbia già dimostrato di essere degno di stare qui. Il consiglio che posso dargli è di;non ascoltare, di continuare sulla sua strada e di godersela; qui abbiamo le macchine più veloci del mondo, le sta guidando e deve pensare a questo e non a tutto il rumore che ci circonda.”

Lewis Hamilton 🇬🇧: “Ho guardato quello che è stato in grado di fare negli ultimi anni nelle altre categorie, insieme ai miei ingegneri, e vedevamo il suo talento emergere. La Formula;1 deve essere il punto più alto del nostro sport e deve ospitare i piloti migliori del mondo. E’ bellissimo vedere un pilota con un grandissimo talento, un giovane come lui, che ha fatto gavetta e che è arrivato al top così presto e ha tutte le potenzialità per fare grandi cose. ”

Vettel

Q: “Domanda per Seb. Ti aspetti che possa essere il tuo compagno di squadra alla Ferrari l’anno prossimo?”

Sebastian Vettel 🇩🇪: “Non sono io a firmare il contratto del mio prossimo compagno di squadra, quindi non lo so. Dovete chiederlo a Maurizio. Però non vedo perchè no? Sicuramente lui ha più anni davanti rispetto a tutti noi, ma credo che nelle gare finora ha giù sfruttato le opportunità che ha avuto con una macchina che probabilmente non ha il potenziale per andare a punti. Per il momento ha dimostrato quanto vale.”

Q: “Sebastian, Lewis non ha ancora firmato il suo nuovo accordo, anche se Mercedes dice che probabilmente lo farà. Ma lo accoglieresti alla Ferrari per tutto il prossimo anno?”

Sebastian Vettel 🇩🇪: “Non lo so. Non me lo ha chiesto.”

Lewis Hamilton 🇬🇧: “Ha un veto quindi non succederebbe.”

Sebastian Vettel: “Non mi dispiacerebbe. Per essere totalmente sincero sono molto contento del rapporto che ho con Kimi…”

Lewis Hamilton 🇬🇧: “Credo che io e te abbiamo un rapporto migliore non credi?”

Sebastian Vettel 🇩🇪: “Non lo so. Forse se ci avviciniamo. Non lo so. Oltre a questo, abbiamo appena parlato di Charles, quindi credo che non si può mai sapere cosa accadrà ma sono piuttosto certo che Lewis abbia una priorità nei confronti della Mercedes e qualunque altra scelta sarebbe una grossa sorpresa. Quindi vedremo, magari un giorno. Entrambi siamo abbastanza vecchi, però abbiamo ancora degli anni davanti. Al momento non importa, sono molto contento di essere dove sono per il tempo che tutti conoscono e poi vedremo cosa accadrà.”

Hamilton

Q: “Domanda per Lewis. Vorresti correre con Sebastian come suo compagno di squadra?”

Lewis Hamilton 🇬🇧: “Io sono pronto a gareggiare con tutti, ho già gareggiato con lui con una macchina piuttosto competitiva ed è stato molto emozionante. Ce lo dice la storia: può essere difficile quando ci sono piloti incredibilmente forti all’interno dello stesso team, però altre volte funziona se guardi il rapporto tra lui e Kimi.

È sempre difficile parlare però mi piace in generale gareggiare con piloti forti perchè ti spingono al limite. Fernando e Jenson sono stati due dei piloti migliori contro i quali ho potuto competere:;ti tirano fuori il lato migliore e il lato peggiore. Adesso l’assetto interno che;abbiamo nel team sia molto positivo perchè Valtteri sta facendo in modo eccezionale, sta spingendo al limite e lo stesso sto facendo io. Però c’è ancora armonia e rispetto. Dipende tanto dai caratteri delle persone. Non mi aspetto che io e Seb guideremo per;la stessa squadra nel nostro futuro, a meno che in futuro non gareggeremo insieme a Le Mans se non ci ammazziamo nel frattempo.

Hamilton

Q: “Lewis, riguardo al tuo contratto, perchè non l’hai ancora firmato? Quali sono i punti spinosi con la squadra?”

Lewis Hamilton 🇬🇧: “Non ci sono punti spinosi, semplicemente non abbiamo fretta. Non sto discutendo con nessun’altro, mi sto prendendo soltanto il mio tempo. Non vedo il motivo per affrettare le cose, il contratto è lì, ho ancora un contratto in vigore e mi sto divertendo a gareggiare. Magari mi voglio;semplicemente divertire a farvi chiedere cosa accadrà. Non c’è davvero molto altro da dire. È un grande processo che porti avanti con un contratto, ma dico solo alla mia gente che non c’è fretta. Se non è pronto questa settimana, e non è pronto;la settimana dopo, non è pronto … senza stress. Non ho intenzione di sottolinearlo.”

Foto: F1.com


GP Monte Carlo – Le parole in conferenza stampa di Vettel, Hamilton, Leclerc e Grosjean [PARTE 2]
Lascia un voto
mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.