GP Silverstone – Prove Libere Alpha Tauri, Gasly: “Non ero a mio agio con la monoposto”

Manca poco alle Qualifiche del Gran Premio di Silverstone e le due sessioni di Prove Libere non soddisfano del tutto gli uomini dell’Alpha Tauri. I due non si allontanano però dalla zona punti.

GP Silverstone Alpha Tauri
Pierre Gasly, GP Silverstone. Fonte: Scuderia Alpha Tauri.

Una giornata poco soddisfacente ma estremamente produttiva per gli uomini dell’Alpha Tauri. Sia Pierre Gasly che Daniil Kvyat non si sono allontanati dalla zona punti. GP Silverstone Alpha Tauri

Il russo ha conquistato nella prima sessione di Prove Libere il nono posto. Nel pomeriggio, ha capitalizzato il dodicesimo tempo affinando di fatto il suo giro migliore. Il pilota si è così dichiarato: “È stato un venerdì decente e oggi abbiamo fatto tanti giri produttivi. La C4 non è stata una grande sorpresa, continueremo ad analizzare l’andamento delle gomme per capire cosa ci piace o non piace e, come al solito, valuteremo tutti i dati registrati per correre domani nella migliore forma possibile. Sia in qualifica che in gara”. GP Silverstone Alpha Tauri

Il francese ha chiuso invece all’undicesimo e tredicesimo posto, rispettivamente nella prima e seconda sessione di Libere. Meno felice rispetto allo scorso venerdì, ha affermato: “Oggi non mi sono sentito bene in macchina come lo scorso fine settimana, abbiamo quindi fatto molti test tra le due sessioni. Volevamo provare diverse direzioni di assetto per migliorare la vettura, ma non abbiamo ancora trovato il set-up perfetto. Lo scorso fine settimana ero da subito soddisfatto, stasera dovremo analizzare tutto e lavorare da lì. Le lacune sono davvero minime, ma se vogliamo avere una possibilità per la Q3 dobbiamo trovare una migliore prestazione”.

Si è poi pronunciato Jonathan Eddolls, direttore di gara della scuderia: “Correre a Silverstone ci permette di continuare il lavoro di set-up iniziato qui la scorsa settimana. Sappiamo quindi di avere una buona base da cui partire. Siamo stati un po’ più coraggiosi con alcuni cambiamenti circa l’assetto della monoposto e abbiamo potuto spingere la macchina un po’ di più di quanto non si farebbe in un normale venerdì”.

L’ingegnere ha concluso: “Abbiamo portato alcune nuove idee su come massimizzare le prestazioni delle vetture che abbiamo. Le prestazioni registrate in mattinata erano promettenti, così abbiamo potuto lavorare per le FP2 e apportare maggiori cambiamenti. La C4 è piuttosto aggressiva, non sembra poi esserci una grande differenza di tempo sul giro tra la C3 e la C4 per le Qualifiche. Domani ci sarà molta varietà nella scelta delle gomme e ciò renderà tutto più interessante. Ora dobbiamo esaminare tutti i dati che abbiamo oggi raccolto per trovare la migliore strategia e il migliore assetto della vettura sia per le Qualifiche che per la gara”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | L’analisi completa della decisione su Racing Point: qual è il destino della RP20?