Gp Spagna – Ricciardo: “Mi sono annoiato, le prestazioni della vettura non erano costanti”

Il quinto Gran premio della stagione non ha sorriso a Daniel Ricciardo che ha perso anche lo scontro interno col compagno. Gara anonima e senza ritmo, anche se il pilota australiano ha fatto segnare il giro più veloce della gara in 1:18.441 senza però mai brillare. Stranamente non è riuscito a cogliere le occasioni lasciate dai 2 top team e ha mostrato incertezze che hanno contribuito a chiudere la gara con oltre 20 secondi di distacco da Max Verstappen.

Foto redbullracing.redbull.com

Gran premio di Spagna negativo per Daniel Ricciardo, sconfitto sia in qualifica che in gara dal compagno di team Max Verstappen e mai in lotta per il podio. Gara anonima del pilota australiano, partito sesto e conclusa al quinto posto con una Red Bull non ancora al top: “È stata una gara strana. All’inizio avevamo un buon passo e sembrava che Kimi fosse leggermente più lento rispetto a Max e a me. Credevo di essere più veloce di loro, ma quando hanno migliorato il ritmo, io non sono stato in grado di seguirli. Quando ci siamo fermati per montare le gomme medie siamo usciti nel traffico e ho perso molto ritmo. Ho avuto anche un testacoda durante la VSC perché faticavo a tenere le gomme in temperatura, e questo mi ha messo fuori dai giochi. Per fortuna non c’erano muretti ma mi ha fatto finire nella terra di nessuno.”

“C’erano momenti in cui la macchina era davvero molto veloce, ma era troppo difficile riuscire ad esserlo in ogni giro. C’è del potenziale ma è dura riuscire ad estrarlo con consistenza al momento, quindi abbiamo molto di più da imparare con questo nuovo pacchetto. Complessivamente mi sono un po’ annoiato in gara, ma resto positivo per il potenziale che possiamo avere. Monaco dovrebbe essere il nostro miglior circuito per il passo gara, quindi guardo avanti con fiducia”.

Al termine della gara ha parlato anche il team principal della Red Bull Christian Horner a proposito della gara di Ricciardo: “Daniel ha avuto la consolazione di fare il giro più veloce a prova del fatto che gli aggiornamenti che abbiamo portato qui hanno funzionato. Purtroppo con il testacoda durante la VSC ha perso molto, ma ancora una volta abbiamo dimostrato di essere competitivi”.