GP Bahrain – Sintesi Prove Libere 1: Svetta la Red Bull di Ricciardo. Problemi per Verstappen

Si è appena conclusa la prima sessione di Prove Libere qui in Bahrain sul circuito alla periferia della città di Manama. Prima sessione che, come solitamente accade, è dedicata a prove di comparazione tra i vari assetti. Sintesi Prove Libere 1

A sorpresa svetta l’australiano della Red Bull. Il crono ottenuto con gomma Soft a parità con i suoi rivali di Mercedes e Ferrari, gli è valso la leadership della mattinata.

Un fulmine a ciel sereno per i rivali che in ogni modo non dovranno disperare per svariate ragioni. In primis è risaputo che la pista in Bahrain è molto sporca al venerdì e evolve a vista d’occhio. Inoltre le temperature che i piloti hanno trovato in questa fp1 e domani in fp3, non saranno le stesse per qualifiche e gara , siccome quest’ultime si svolgono in notturna sin dal 2014.

La Ferrari sia con Raikkonen, sia con Vettel non si è comportata male , anche se è apparsa in leggera difficoltà nel T2.

Stesso discorso per la Mercedes che appare ancora una volta come la favorita nonostante non sia li in cima alla classifica. Stecca Hamilton che sciupa con uno spiattellamento un treno di gomme Soft nuove e non riesce a migliorarsi.

FP1 da dimenticare per Verstappen che dopo pochi minuti viene appiedato dalla sua RB14 per problemi al turbo.

 

Continua a stupire invece la Haas che resta li alle spalle dei top team, buon crono per Leclerc e Gasly

SIMULAZIONE PASSO GARA

Seppur valga poco per il discorso fatto in precedenza legato alle temperature, i team hanno simulato il passo gara. I top team hanno usato gomma Soft e a primeggiare è stato Raikkonen che ha fatto registrare ottimi tempi sul 1:35, più staccati Hamilton e Bottas sul 1:36.3.


Cronaca delle Prove Libere 1

Gran Premio Bahrain 2018 – Prove Libere 1 in diretta [LIVE]

mm

Pietro Simone

Studente di informatica al 5° anno delle superiori. Appassionato di motori sin da piccolo.