GT | FFF Racing annuncia l’addio alle corse

FFF Racing ha annunciato l’addio definitivo alle corse: chiude dopo 8 anni di vittorie l’iconica squadra Lamborghini nel GT World Challenge

FFF Racing Lamborghini GT3 GT World Challenge 2019
Dopo 8 anni di titoli e successi, primo tra tutti la vittoria del GT World Challenge 2019, FFF Racing chiude i battenti

Con un comunicato su Instagram, FFF Racing Group ha ufficialmente chiuso le sue attività sportive. La squadra, fondata nel 2014 dall’impreditore cinese Fu Songyang e dal pilota italiano Andrea Caldarelli, con sede a Sant’Agata Bolognese accanto alla fabbrica Lamborghini, è stata protagonista di livello assoluto nella seconda metà degli anni ’10 nel mondo GT3, sopratutto con la Lamborghini Huracan, il numero 563 e la livrea nera//verde/arancione, con cui ha conquistato il titolo GT World Challenge assoluto, endurance e sprint nel 2019, un titolo che resta il loro più grande successo.

“È stato un viaggio fantastico, che ci ha permesso di ottenere risultati pazzeschi: ci siamo goduti ogni stint, ogni giro, ogni curva.

“Nel giorno in cui annunciamo la fine delle nostre attività agonistiche, desideriamo ringraziare tutti coloro che ci hanno accompagnato lungo il percorso: dai piloti agli ingegneri, dai meccanici ai tifosi, tutti voi ci avete sostenuto spingendoci verso traguardi ancora più ambiziosi”.

“È stata una corsa incredibile: speriamo che vi siate divertiti quanto noi!”.

I primi successi in Asia

La prima vittoria arrivò alla terza gara nell’ormai defunto GT Asia, a Okayama nel 2015 con la McLaren 650 GT3 guidata da Vitantonio Liuzzi e Hiroshi Hamaguchi. Edoardo Liberati e Andrea Amici vinsero il primo titolo piloti l’anno successivo, dopo il passaggio alle Lamborghini GT3.


Dopo alcune stagioni in GT Open, Le Mans Cup e Asian Le Mans Series, la squadra si concentrò sul Blancpain GT Series, ora noto come GT World Challenge, ottenendo vittorie e titoli assoluti sia in Europa che in Asia. Nel 2018 Martin Kodrić e Dennis Lind vinsero il GT World Challenge Asia, mentre Hamaguchi e Marco Mapelli conquistarono il titolo Pro-AM, portando anche l’alloro a squadre.

Tre anni di gloria in Europa

Il 2019 fu l’anno glorioso; la squadra godette del pieno supporto ufficiale Lamborghini, e con Marco Mapelli, Andrea Caldarelli e Alberto Costa in Endurance conquistò tutti i titoli, Sprint, Endurance (per un punto!) e Assoluto, e ben 3 vittorie. Phil Keen e Hamaguchi conquistarono inoltre il titolo Pro/AM nella Sprint Cup.

Il 2020 vide la squadra ancora protagonista, ma solo nel GT World Challenge Endurance. Caldarelli, Mapelli e Dennis Lind non riuscirono a bissare il successo, pur giungendo molto vicini alla vittoria della 24 ore di Spa: erano nettamente in testa quando Lind Perse il controllo della Huracan sul Raidillon, disintegrando la vettura.

Nel 2021 la squadra partecipò ancora al GT World Challenge Endurance Cup, sempre con Mapelli, Caldarelli e stavolta anche Mirko Bortolotti, giungendo quarti e vincendo la 3 ore del Nurburgring. Quello rimane l’ultimo successo di alto livello della squadra, che ha partecipato pure alla 12 ore di Bathurst, alla Macau GT World Cup e nei round della NLS sul Nurburgring Nordschleife, inclusa la 24 ore del Nurburgring 2021.

Il COVID ha colpito il team molto più duramente di altri, forzando una riorganizzazione che ha portato nel 2022 a concentrarsi sul Lamborghini Super Trofeo. La squadra ha avuto tra i piloti Antonin Borga e l’ex-campione delle due ruote Dani Pedrosa, nella sua prima uscita a 4 ruote. Alla fine però, malgrado le tante novità sull’orizzonte di Sant’Agata, tra cui la LMDh, senza fondi non c’è stato molto da fare.

 

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

 

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.